Christian D'Urso indagato per omicidio stradale. La Procura di Padova ha ordinato una perizia

Venerdì 7 Maggio 2021 di Marco Ferroni
Christian D'Urso (foto Lapresse)

RIETI - Il centrocampista del Cittadella, Christian D'Urso indagato per omicidio stradale. Il 23 aprile scorso il calciatore reatino ha investito con la sua auto Lino Simonetti, 77 anni, storico collaboratore del club padovano, che al momento dell'impatto era in sella alla sua bici. D'Urso, dopo aver prestato il primo soccorso ha immediatamente chiamato i soccorsi arrivati tempestivamente sul luogo dell'incidente. Le condizioni del collaboratore del Cittadella non sembravano gravi, tant'è che si era anche rialzato da terra da solo. Trasportato in ospedale per accertamenti, le sue condizioni sembravano buone, poi l'improvviso aggravamento del quadro clinico, il coma per emorragia cerebrale dal quale non si è più risvegliato ed infine la morte.

Di conseguenza per il centrocampisata reatino non ancora 24enne, che in un primo momento era stato accusato di lesioni colpose, dal 29 aprile scorso si è ritrovato a dover fare i conti con l'accusa di omicidio stradale. La Procura di Padova ha comunque ordinato una perizia tecnica per cercare di ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente.

Il giocatore, seppur scosso dall'evento tragico, ha giocato le successive due gare di campionato contro Lecce e Virtus Entella, realizzando anche un gol in terra pugliese e anche oggi, 7 maggio, è tra i convocati della sfida esterna contro l'Ascoli.

Ultimo aggiornamento: 16:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA