Mercoledì 21 Agosto 2019, 12:56

La miniera fantasma della Val Imperina: i turisti vagano fra i ruderi

PER APPROFONDIRE: miniera, val imperina
La miniera fantasma della Val Imperina

di Raffaella Gabrieli

RIVAMONTE (BELLUNO) - Turisti erranti in Val Imperina. Sono a decine e si spostano ora in una direzione ora in un'altra, senza un chiaro punto di riferimento. Sì perché mentre all'ingresso dell'ex sito minerario nulla di anomalo viene segnalato, se poi ci si immerge tra gli antichi edifici industriali ci si accorge ben presto che tutto è chiuso e inaccessibile. Anzi, come dice più di qualcuno, stabili e oggetti sono lasciati nel degrado. I lavori di ristrutturazione in corso alcuni mesi fa si sono fermati e Vaia ha fatto la sua parte. Passeranno quindi altri mesi prima di rivedere l'area vivace, con il bar e il centro visitatori nuovamente aperti.  «I cartelli che segnalavano la chiusura - spiega il sindaco Giovanni Deon - erano stati posti sia all'inizio della passerella pedonale che parte dal piazzale sulla regionale 203 che all'ingresso per le auto da Ponte Alto. Ma sono stati tolti da qualche buontempone. Dove si
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La miniera fantasma della Val Imperina: i turisti vagano fra i ruderi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-08-23 11:58:22
Solamente eccezionale il documentario sulla ricognizione delle antiche e recenti miniere della Val Imperina, che Telebelluno spesso mette in onda. Lo guardo sempre, ogni volta che appare in video. Una grande lode a regista e speleologi ed a quanti hanno collaborato a quel meraviglioso documento. I turisti, se è come dite, andranno indirizzati in itinerari previsti....
2019-08-22 14:47:36
Che c'e' da stupirsi? Siamo in itaglia nehh....!
2019-08-21 15:00:45
Aspettano i navigator che indirizzino in questi ed altri centri alcuni lavoratori..o sono naufragati?