Lunedì 18 Marzo 2019, 22:43

Sequestra l'ex moglie: arrestato un 45enne cadorino

PER APPROFONDIRE: ex moglie, pieve di cadore, sequestro
Dopo tanti soprusi e violenze anche il tentato sequestro

di Olivia Bonetti

Non si sarebbe dato per vinto, dopo la fine della relazione a causa dei frequenti litigi, arrivando persino a tentare di sequestrare la moglie. Lui, un 45enne cadorino, è finito in carcere a Baldenich per il reato di tentato sequestro di persona. A fare scattare le manette i  carabinieri del Nucleo Investigativo provinciale, guidati dal maggiore Marco Stabile, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Belluno, su richiesta del pm Roberta Gallego.
IL DELIRIO
La separazione era arrivata dopo continui litigi in quella famiglia e la donna, una 30enne, ormai viveva da sola. «La vicenda - confermano i carabinieri del comando provinciale - rientra in un contesto di una grave crisi coniugale, che da tempo coinvolgeva la coppia e che ha costretto l’Arma a numerosi interventi per pesanti litigi». Ma il marito, allontanato, non si sarebbe arrese e la notte tra il 28 febbraio e il primo marzo avrebbe messo in atto un piano delirante, studiato da chissà quanto tempo. Tutto è avvenuto di fronte alla casa dove la donna ormai viveva sola, in un paese del Cadore. Chissà da quanto tempo lui la stava seguendo e alla fine l’avrebbe attesa davanti casa, appostandosi e parandosi davanti a lei, appena la donna è uscita. A quel punto le avrebbe strappato il cellulare e l’avrebbe trascinata verso la propria auto.
IL TENTATIVO DI SEQUESTRO
«Nonostante la donna si dibattesse con forza - spiegano dal comando provinciale dell’Arma - riusciva a caricarla parzialmente all’interno dell’abitacolo, ripartendo velocemente».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sequestra l'ex moglie: arrestato un 45enne cadorino
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-03-19 11:08:48
Qualche volta l'amore conduce a compiere atti che si configurano come reati. Non sempre i sentimenti dirigono le nostre azioni nel modo migliore, ma, senza personalmente conoscere i particolari e il passato della vicenda, trovo inquietante un giustizialismo che porti a sentenziare: "Dieci anni di galera e quando uscira scommetto che sara piu' "ragionevole". Auguro una fine "soft" per la vicenda e - perché no - con l'aiuto del Cielo, anche una riconciliazione.
2019-03-19 16:08:07
Non era la prima volta, la misura cautelare serve per proteggere la ragazza evitando quindi che diventi una nuova puntata di "amore criminale" in onda su Rai 3...
2019-03-19 08:38:57
Dieci anni di galera e quando uscira scommetto che sara piu "ragionevole".