Podista milanese scomparso in Nevegal, disperate ricerche

Podista milanese scomparso ieri
sul Nevegal, disperate ricerche
BELLUNO - Proseguono ma finora senza esito in Nevegal le ricerche di Riccardo Tacconi, 58 anni, di Milano, uscito venerdì mattina dall'abitazione del Villaggio Alpe in fiore, dove sta trascorrendo le vacanze con la famiglia, per una corsa e mai rientrato.

Scattato l'allarme nel pomeriggio, fino a notte fonda sono proseguiti i sopralluoghi,  ripresi in forze questa mattina a partire dalle 7. Le squadre hanno setacciato le zone attorno all'abitato, al piazzale, da Quantin alle Ronce, sul Visentin e nella Valle di San Mamante. Al momento si stanno concentrando a ovest, verso la Valle del Cicogna e Cirvoi, dove una segnalazione lo indicherebbe presente ieri mattina.

L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore sta effettuando una seconda ricognizione e di seguito partiranno i droni. Nella notte un primo tentativo con droni a infrarossi è stato attuato dai Vigili del fuoco. L'uomo, che non ha con sé il cellulare, è alto 1 metro e 94, di struttura longilinea, ha capelli brizzolati e porta gli occhiali da vista. Indossa pantaloni neri aderenti, un pile rosso, scarpe da ginnastica verde fluo, cappellino scaldacollo e guanti neri. Sono presenti il Soccorso alpino di Belluno, Alpago, Longarone, Feltre, Prealpi Trevigiane e Livinallongo con unità cinofile, il Sagf di Cortina e Auronzo con unità cinofile, i Vigili del fuoco.

In azione anche i cani molecolari dei carabinieri.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 5 Gennaio 2019, 11:36






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Podista milanese scomparso in Nevegal, disperate ricerche
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2019-01-05 22:46:09
Ma invece di star lì a sentirvi superiori dispensando sentenze, perché non andate a dare una mano a cercarlo? Diceva bene Fabrizio De André : "si sa che la gente da buoni consigli sentendosi come Gesù nel tempio [...] se non può più dare cattivo esempio!"...
2019-01-05 18:38:10
Ma esistono ancora coloro che vengono chiamati podisti? Mi sembra di tornare ai tempi della guerra 15/18 di Bottecchia e Girardengo.
2019-01-05 17:01:06
Mai camminare o correre in sentieri poco battuti in montagna d'inverno ,perché anche una semplice slogatura può trasformarsi in tragedia . Speriamo bene.
2019-01-05 16:58:41
Data la gravità della situazione, sarebbero apprezzabili commenti più sobri. Speriamo lo trovino vivo. Punto.
2019-01-05 17:35:48
Lo spero anch'io. E oggi nel mio piccolo ho dato una mano. Purtroppo stia pronto che questi sotto, e altri, commenteranno che se l'è cercata, che gli dovrebbero fatturare le ore di elicottero e le ricerche dei volontari, nonché una certa insana soddisfazione nell'aggiungere che non gliel'aveva ordinato il medico, e nel caso, che aveva sbagliato medico. Gente che vive dando del pirla a chiunque sia vittima di infortunio o disgrazia.