Scialpinista precipita sul Nuvolau: cade per oltre 100 metri, muore sul colpo

Mercoledì 12 Febbraio 2020
Il monte Nuvolau dove è avvenuta la tragedia
5

CORTINA - Un esperto scialpinista veneziano precipita per quasi 100 metri e muore. E' accaduto oggi, 12 febbraio, prima delle 14 sul monte Nuvolau in territorio di Cortina d'Ampezzo. Sul posto il soccorso alpino di Cortina, l'elicottero di Pieve di Cadore e i finanziari del Sagf, che stanno ricostruendo l'accaduto. Sono risultati infatti inutili i soccorsi: l'uomo è deceduto sul colpo.

La vittima, Giovanni  Gatti,  è un veneziano di 75 anni ed era in escursione con due amici. Si tratta di un gruppo di sciatori molto esperti. Sotto choc i due testimoni della tragedia . 

LA DINAMICA
Dal racconto dei compagni, quando l'ultimo dei tre scialpinisti ha raggiunto il primo, si sono accorti della sua assenza e, tornati indietro hanno trovato un bastoncino e i segni della scivolata. Uno dei due uomini è sceso e facendo un giro largo lo ha raggiunto. Il 75enne, originario di Venezia, dopo un salto verticale di una cinquantina di metri, era caduto sulle rocce sottostanti per fermarsi poco dopo sulla neve. Il tecnico di elisoccorso del Suem di Pieve di Cadore e l'equipe medica sbarcati con un verricello poco distante, dopo aver raggiunto lo sciatore, hanno potuto solamente constatarne il decesso.
Ottenuto il nulla osta per la rimozione dalla magistratura, la salma ricomposta e imbarellata è stata spostata dal punto in cui si trovava, sotto i cavi della teleferica, in un luogo dove l'eliambulanza ha potuto recuperarla in sicurezza assieme ai soccorritori, per poi accompagnarla fino alla strada e affidarla ai soccorritori della Guardia di finanza.

 

Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio, 15:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA