Mercoledì 20 Febbraio 2019, 00:00

Montagna, legislazione e fiscalità più elastiche contro lo spopolamento

Gli Stati generali della montagna con la ministra Erika Stefani

di Lauredana Marsiglia

BELLUNO -  Una legislazione differenziata per la montagna dentro alla quale introdurre anche un credito di imposta da utilizzare per investire in ricerca e sviluppo, aggirando le forche caudine di un'Europa che vieta aiuti di Stato alle imprese. La questione risorse, infatti, resta centrale. Sono i passaggi chiave delle richieste presentate ieri, con ben 11 dossier, dagli Stati Generali della montagna convocati a Roma dal ministro per Affari Regionali Erika Stefani. Belluno è in prima linea non solo per la sua montanità, storicamente anoressica di infrastrutture, ma anche per la collocazione di confine e la compressione tra due Regioni a Statuto speciale che rendono difficile fare impresa e quindi sviluppo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Montagna, legislazione e fiscalità più elastiche contro lo spopolamento
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti