Il sogno americano di Alessio, ventenne ostacolista volato nelle finali Ncaa

Martedì 24 Maggio 2022 di Silvano Cavallet
Sommacal in azione

BELLUNO - «Ti poni sempre un obiettivo sfidante poi, però, non è detto che tu riesca a raggiungerlo. Naturalmente, se tutto va per il verso giusto, la soddisfazione è pressoché incontrollabile». Brillano gli occhi a Mauro Sommacal quando è chiamato a commentare l'ultimo (per ora, naturalmente..) traguardo colto da suo figlio ventenne Alessio.

Nato nel 2001 (compirà 21 anni l'11 novembre), il talento bellunese dell'atletica, prossimo a terminare il secondo anno accademico - corso di ricerca molecolare - alla California State Polytechnic University di Pomona, è stato ammesso, in forza del tempo fatto segnare nella fase preliminare andata in scena a San Francisco a inizio mese (il suo nuovo personale di 14"15 nei 110 ostacoli, stabilito nella finale californiana in cui si è migliorato di 3 centesimi: prossimo obiettivo scendere sotto i 14 secondi, alla finale nazionale dei campionati universitari a stelle e strisce (la Ncaa, una sigla mitica anche per gli amanti della pallacanestro).

Tra 48 ore, giovedì 26, sarà impegnato fino a sabato 28 ad Allendale (Stato del Michigan, regione dei Grandi Laghi), sede della finale dei 110 ostacoli. Ad una lettura superficiale e distratta, si potrebbe dire che si replica il percorso che, da noi, si articola in passaggi regionale e, quindi, nelle finali nazionali. «Il ché, a ben vedere, è vero. Certo, bisogna anche considerare che il passaggio regionale, applicato alla California, significa emergere dove la concentrazione di università è molto elevata; e in uno Stato che è anche la quinta potenza economica mondiale».

Come arriva Alessio alla vigilia della finale?
«Almeno per quello che possiamo registrare da qui, in modo tranquillo. Un dato che finisce per sorprendere solo chi non lo conosca. Il dopo San Francisco lo ha visto alle prese con qualche linea di febbre ma non ne ha sofferto più di tanto».
Equilibrio scuola/sport?
«A questo quesito è più difficile dare risposte esaustive. Non so dove trovi le risorse per fare quello che fa. La scorsa settimana ha dato 5 esami di fine anno scolastico, tutti brillantemente superati. Ma non per questo ha saltato la doppia razione giornaliera di allenamento. Adesso, con la finale alle porte, potrà riservare più tempo ad affinare la preparazione».
Programma della finale?
«Saliranno ad Allendale martedì per prendere contatto con l'impianto. Semifinali venerdì, finali sabato».
Attese?
«Si gareggia in un contesto di altissimo livello tecnico. Credo che l'accesso alla finale sia un traguardo arduo da cogliere. Poi è anche vero che, con Alessio, non sai mai quali siano i suoi limiti». Ecco, non ci resta allora che aspettare la passerella conclusiva. Non senza, però, aver ribadito che è davvero straordinario il risultato sin qui conseguito dall'ostacolista (forse, però, l'espressione è troppo riduttiva) bellunese.

 

Ultimo aggiornamento: 12:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci