Noa Marciano, morta a 19 anni la soldatessa israeliana rapita da Hamas: ieri il video choc che mostrava il cadavere

La soldatessa è stata così inclusa nella lista dei caduti dell'esercito

Martedì 14 Novembre 2023
Noa Marciano, morta a 19 anni la soldatessa israeliana rapita da Hamas: ieri il video choc con il cadavere

L'esercito israeliano ha confermato oggi la morte della soldatessa Noa Marciano, 19 anni, che era stata rapita da Hamas il 7 ottobre e che da allora era tenuta in ostaggio a Gaza. Ieri Hamas ha pubblicato un video in cui lei si rivolgeva ad una telecamera dal luogo in cui era tenuta prigioniera. Il video non è stato divulgato in Israele.

In merito il portavoce militare aveva detto ieri che «Hamas continua a ricorrere a forme inumane di terrorismo psicologico», mediante la divulgazione di filmati. Oggi è giunta la conferma ufficiale della sua morte. La soldatessa è stata così inclusa nella lista dei caduti dell'esercito.

Gaza, accordo vicino tra Israele e Hamas per il rilascio di 70 ostaggi. Soldati Idf posano ​dentro comando polizia di Hamas

Il video di Noa Marciano

Il video di Noa Marciano è stato diffuso sui social e mostra la giovane che si identifica e dice di essere trattenuta da quattro giorni. Il filmato, come riporta Bbc, poi mostra il corpo ucciso di una giovane donna. Le Brigate Izzedine al-Qassam, il braccio militare di Hamas, affermano che Marciano è stata uccisa in un attacco aereo israeliano il 9 novembre. 

Esercito Israeliano a Gaza: «Hamas usa gli ospedali come base, granate e Kalashnikov nascosti tra i pazienti»

Il testo e il cadavere

Il filmato integrale mostra la giovane che legge un testo e alla fine viene mostrato il suo cadavere. Come riporta Haaretz, la 19enne prestava servizio come osservatore dell'esercito in una base vicino al Kibbutz Nahal Oz. L'Idf ha dichiarato di aver inviato degli agenti a parlare con la famiglia di Marciano dopo la pubblicazione del video.

Ultimo aggiornamento: 17:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche