Rapisce e uccide il figlio di 6 anni, poi si suicida: «Non accettava che fosse affidato al padre»

PER APPROFONDIRE: bimbo, mamma, ucciso
Rapisce e uccide il figlio di 6 anni, poi si suicida: «Non accettava che fosse affidato al padre»

di Alessia Strinati

Rapisce il figlio di 6 anni affidato al suo ex e lo uccide, poi si suicida. Una terribile tragedia si è consumata a Waxahachie, capoluogo della contea di Ellis nello Stato del Texas, in Usa, dove Candace Harbin, 46 anni, ha agito follemente dopo aver perso la custodia di Ollie, il suo bambino, così ha deciso di ucciderlo per fare un dispetto al suo ex.

LEGGI ANCHE Abusa di una bimba di 11 anni, la piccola racconta tutto ai genitori e il 37enne finisce in carcere



La donna aveva perso la custodia del bimbo presumibilmente a causa di alcuni disturbi mentali di cui soffrica, il giudice le aveva concesso solo visite limitate, una decisione che però non riusciva ad accettare. L'allarme è scattato quando il piccolo non si è presentato a scuola in un giorno in cui avrebbe dovuto accompagnarlo la mamma. Canadace non rispondeva alle chiamate, la famiglia ha iniziato a preoccuparsi, così sono scattate le indagini.

La mamma è stata trovata priva di vita all'interno del minivan parcheggiato nel garage e accanto a lei giaceva anche il corpo privo di vita del figlio. Secondo una prima ricostruzione la donna avrebbe progettato tutto da tempo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 27 Agosto 2019, 22:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Rapisce e uccide il figlio di 6 anni, poi si suicida: «Non accettava che fosse affidato al padre»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti