Vacanze, la Grecia abolisce green pass e mascherine al chiuso. Ma solo per l'estate (e dal 1° maggio)

L'obbligo di presentare i certificati di vaccinazione o di guarigione sarà eliminato tra il 1° maggio e il 31 agosto

Giovedì 14 Aprile 2022
Vacanze in Grecia: abolizione del Green pass e delle mascherine nei luoghi chiuso. Ma solo per l'estate

È un liberi tutti, ed è pure un invito a passare le vacanze estive 2022 in Grecia. Semmai, le restrizioni torneranno a settembre. Ma intanto la Grecia ha deciso che eliminerà le regole anti Covid, anche l'obbligo delle mascherine. E anche l'obbligo di mostrare il Green pass. Insomma, si torna in tutto e per tutto alla vita prima della pandemia. Una decisione saggia? Sicuramente una scelta redditizia ma forse poco lungimirante. Il rischio è che ci sia il boom di prenotazioni questa estate ma che poi ci siano picchi di contagi che metteranno in difficoltà gli ospedali e l'assistenza sanitaria in generale. La pandemia del Sars-Cov-2 ha dimostrato infatti che se si abbassano completamente i livelli di attenzione e se si aboliscono le misure di prevenzione, il virus rialza la testa e le infezioni aumentano in modo esponenziale.  

Il ministro della salute del paese, Thanos Plevris, ha confermato che dal 1° maggio non sarà più richiesto di mostrare la prova della vaccinazione per entrare in luoghi come ristoranti e bar, mentre dal 1° giugno le mascherine per il viso non saranno più obbligatorie nei luoghi chiusi (lo saranno soltanto in luoghi molto specifici come le case di riposo). 

 

Eccezioni - Per quanto riguarda l'abolizione dell'obbligo di usare la mascherina, le uniche eccezioni alla misura saranno su tutti i mezzi di trasporto pubblico (autobus, treni, navi - al chiuso - e aerei), dove sarà obbligatoria.

La decisione di allentare le restrizioni, ha detto il ministro, si basa «sui dati epidemiologici e sui suggerimenti degli esperti». Le autorità hanno detto anche che tutte le misure Covid saranno riviste a settembre, a seconda della situazione in quel momento.

 

Verranno anche rimossi gli obblighi di test per alunni ed insegnanti nelle scuole, ma le mascherine continueranno ad essere obbligatorie negli ambienti chiusi fino al primo giugno, e anche dopo quella data negli ospedali e nelle case di riposo. I test rapidi che i non vaccinati devono fare per accedere ai loro posti di lavoro saranno ridotti a uno alla settimana. La Pasqua ortodossa, il 24 aprile, verrà celebrata seguendo le regole tuttora in vigore, ha detto Plevris. I turisti che si recano in Grecia sono stati già esentati dall'obbligo di registrarsi su un sito governativo prima di entrare nel Paese, ma i certificati di vaccinazione o un test negativo continueranno ad essere obbligatori per chi si reca in Grecia in vacanza. Inoltre, dal 1° maggio al 31 agosto, la capacità e il funzionamento di tutti gli spazi torneranno al 100%.

L'obbligo di presentare i certificati di vaccinazione o di guarigione della malattia o un test negativo per l'accesso ai luoghi chiusi sarà eliminato tra il 1° maggio e il 31 agosto. Si mette, di fatto, tra parentesi la pandemia. Ed è la parentesi estiva, quella che serve grazie anche alle attività all'aperto a risanare i bilanci del settore turistico che è stato travolto dall'emergenza sanitaria. 

Plevris ha detto che la revoca dell'obbligo per i viaggiatori del certificato digitale europeo Covid-19 ( Green pass base ) per l'ingresso nel paese sarà esaminato nell'immediato futuro.  Anche le sanzioni per chi non si è vaccinato vanno in soffitta: la multa di 100 euro per i cittadini non vaccinati di età superiore ai 60 anni sarà sospesa a partire da. 

Stagionali introvabili, profughi ucraini "in soccorso" di alberghi e spiagge: ecco cosa accadrà in estate

Pasqua, le regole per viaggiare dall'Europa agli Usa (occhio alla durata del Green Pass)

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 19:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA