Louis Vuitton ritira i capi ispirati a Michael Jackson: ecco perché

PER APPROFONDIRE: michael jackson, moda, pedofilia, uomo
Louis Vuitton ritira i capi ispirati a Michael Jackson: ecco perché

di Veronica Timperi

L'immagine dei piedi Michael Jackson in posizione moonwalk non sarà in vendita sulle magliette firmate Louis Vuitton. La maison francese ha deciso di bloccare la produzione dei capi della capsule uomo voluti dal direttore creativo Virgil Abloh ed ispirati alla pop star, presentati lo scorso 17 gennaio a Parigi, dopo l'uscita del documentario di HBO intitolato "Leaving Neverland" (in Italia sarà trasmesso in esclusiva in prima serata il 19 e 20 marzo sul canale Nove), nel quale due uomini, Wade Robson e James Safechuck, parlano delle molestie che avrebbero subito da bambini da parte di Jacko.
 

"Consideriamo le accumulatedse di 'Leaving Neverland' profondamente inquietanti. La sicurezza dei bambini è della massima priorità per Louis Vuitton", ha dichiarato Michael Burke, presidente e CEO della Maison, assicurando anche che la collezione "rifletterà pienamente i veri valori del brand e del nostro direttore artistico".

Nel 2019 è già il terzo caso di ritiro di capi di griffe famose. Prima di Louis Vuitton è toccato a Gucci e Prada con le vicende 'Blackface'.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 15 Marzo 2019, 19:56






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Louis Vuitton ritira i capi ispirati a Michael Jackson: ecco perché
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti