L'abito del matrimonio si modella sul corpo: ecco il tessuto che fa sognare le spose

L'abito da sposa si modella
sul corpo: ecco il tessuto /Ft

di Gustavo Marco Cipolla

Abiti da sposa che sono piccoli capolavori di alta sartoria. Modellati sul corpo con maestria artigiana per realizzare il sogno di principesse contemporanee che per il giorno più importante della loro vita desiderano sentirsi uniche indossando un wedding dress ideato e creato esclusivamente per loro.
Dream Sposa Atelier nasce a Roma nel 2011 da un'idea della stilista Sabrina Maietta che ha saputo intercettare i bisogni e le necessità delle future spose grazie alla sua esperienza nel mondo della moda, alla ricerca e alla scelta accurata dei tessuti che si modellano sul corpo valorizzando la silhouette femminile, esaltandone i punti di forza e nascondendo quei difetti tanto odiati che per il giorno delle nozze svaniscono quasi per magia attraverso la tecnica sartoriale inventata proprio dalla designer e chiamata “Nuova Sartoria”.
 
 


Le collezioni Dream Sposa Atelier sono originali, sexy ma mai volgari, creazioni che avvolgono il corpo come nuvole seguendo le ultime tendenze ma con un occhio di riguardo alle esigenze della sposa con ricami, colori e particolari stoffe che esprimono una nuova idea di eleganza al passo con i tempi. Dalle linee classiche dal fascino etereo ai modelli scivolati in cui si intrecciano pregiate texture come satin, chiffon, pizzo rebrodé e chantilly. Senza dimenticare le sensuali scollature che lasciano scoperta la schiena e quell'effetto vedo-non vedo che non manca mai.

La linea "Patchwork" è il must dell'atelier grazie al prezioso lavoro di pizzi e tessuti diversi che vengono lavorati e cuciti insieme sullo stesso abito sartoriale. Creazioni bridal couture realizzate in base alle esigenze della futura sposa e alla sua personalità. Secondo Sabrina Maietta «anche solo un centimetro quadrato di tessuto può essere il punto di partenza di un nuovo abito», ed è così che nasce l'idea del restyling vintage degli abiti da sposa e in atelier, insieme alla première, la stilista valuta la possibilità di modificare e impreziosire un vecchio abito regalandogli nuova vita. L'abito vintage non è un semplice abito di “seconda mano” ma un vero e proprio tesoro nel cassetto che solo dopo alcune attente fasi di valutazione subisce modifiche diventando un gioiello sartoriale che potrà essere indossato di nuovo per essere bellissime il giorno del proprio matrimonio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Novembre 2018, 10:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'abito del matrimonio si modella sul corpo: ecco il tessuto che fa sognare le spose
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti