Nigeria, prostitute violentate e uccise negli hotel: la protesta delle donne in strada

Nigeria, continua #ProtectPhGirls. Il movimento contro i femminicidi negli alberghi porta in strada centinaia di donne
Il 14 agosto veniva ritrovata senza vita Jenifer Nwokocha, receptionist in un hotel di Port Harcourt, nel sud della Nigeria. Era stata drogata, legata, stuprata e poi strangolata. Nella stessa città, in un altro albergo, solo qualche giorno dopo, veniva ritrovata morta anche Maureen Ewusu, uccisa nello stesso modo. Le due ragazze non sono le sole: si parla di almeno 11 donne uccise barbaramente all'interno di diversi hotel nello Stato di Rivers solamente negli ultimi due mesi. Da gennaio, la Civil Society Group, associazione a tutela della società civile in Nigeria, di donne morte in stanze d'albergo, tra amanti e prostitute, ne conta 140.

LEGGI ANCHE Prostitute sottoposte a riti di magia nera: sgominato traffico dalla Nigeria

Così, da due giorni, le strade di Port Harcourt sono invase da centinaia di manifestanti che chiedono allo Stato più protezione e misure più efficaci contro i tanti, troppi, omicidi seriali che continuano a segnare la condizione femminile nel Paese.

 
Il movimento delle donne nere, così è già stato ribattezzato per i vestiti scuri che le manifestanti indossano in segno di lutto, chiede che venga rispettato il diritto alla vita di qualsiasi donna, anche se prostituta. E, ancor prima, esige attenzione da parte delle autorità che, secondo le manifestanti, tratterebbero con sufficienza questi omicidi, tralasciandoli e infangando così la dignità delle donne anche dopo la loro morte. A far arrabbiare è anche il come il problema viene trattato a monte dalle istituzioni e dalle forze dell'ordine: intimando alle ragazze di non seguire amanti o clienti negli alberghi, invece che concentrarsi sulla repressione dei crimini e focalizzarsi su indagini ben strutturate per arrestare i loro aguzzini. 


LEGGI ANCHE New York, la marcia delle donne contro Trump
Mentre sui social nigeriani l'hashtag #ProtectPhGirls è diventanto trending topic, forse qualcosa si sta muovendo anche dal punto di vista giudiziario. La Bbc riporta infatti che almeno due dei responsabili dei tanti omicidi sono stati catturati e si trovano ora in attesa di giudizio: uno è stato arrestato a Port Harcourt, il secondo nello Stato di Kaduna. 

LEGGI ANCHE Il #Metoo sulle proteste a Hong Kong, le manifestanti denunciano violenze e molestie dai poliziotti
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 19 Settembre 2019, 13:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nigeria, prostitute violentate e uccise negli hotel: la protesta delle donne in strada
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti