L'ex premier Monti vuole rieducare gli italiani «eliminando i loro difetti». Ma chi glielo ha chiesto?

PER APPROFONDIRE: difetti, italiani, mario monti
Caro Direttore,
l'altra sera su La7 nel programma Di Martedì, sentite cosa ha detto l'ex Presidente del Consiglio Mario Monti: «Gli italiani sono evasori pettinati dall'attuale Governo». In altre parole gli oltre 2.000 (duemila) miliardi di italici euro, che sono nelle casseforti - da decenni - nei paradisi fiscali del nostro pianeta è colpa di chi? Ovviamente di «Conte, Di Maio, ma soprattutto di Salvini». Se ho capito male chiedo anticipatamente scusa. Mentre se ho ragione, lascio all'intelligenza del lettore e chiedo: chi ha governato la mia tanto amata Italia, dall'inizio del 21^ secolo a maggio del 2018?


Luciano Bertarelli
Rovigo


Caro lettore, 
Mario Monti è un valente accademico ed economista, oltrechè un senatore (a vita) della Repubblica. Purtroppo, come si è visto, la politica non sembra essere tra le materie in cui eccelle. «Non ci azzecca molto», avrebbe detto un famoso ex magistrato di Mani Pulite. La triste e repentina parabola del suo movimento Scelta Civica e della sua stessa carriera politico-governativa sono lì a dimostrarlo.

Per chi non lo ha visto, Mario Monti l'altra sera in tv davanti a Giovanni Floris ha detto: «Anziché dire prima gli italiani' dovremmo eliminarne i difetti. Invece questo governo cosa fa? Pettina gli evasori, per questioni elettorali, con condoni a ripetizione». Frasi come questa sono frutto dell'astio e del livore, non della riflessione o dell'analisi. Mario Monti non si fa una ragione del fatto che molti suoi connazionali abbiano votato Lega e 5Stelle e quindi non trova di meglio che etichettarli come evasori. Di più: l'ex premier ha talmente poca considerazione degli italiani che ritiene necessario rieducarli «eliminando i loro difetti». Da cui, ovviamente, Monti e pochi suoi simili, sono del tutto immuni. 
Ciò che sorprende non è solo la fastidiosa supponenza e forse anche il disprezzo verso i suoi simili che parole come queste emanano. Stupisce che Monti non capisca una cosa elementare: affermazioni come quelle che ha pronunciato in tv non fanno altro che portare acqua e voti al mulino di chi lui vorrebbe invece attaccare e vedere sconfitti, cioè i leader degli attuali partiti di governo e in particolare Matteo Salvini. Insomma un classico caso di eterogenesi dei fini, espressione che sicuramente una persona colta come il professor Monti apprezzerebbe.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 8 Novembre 2018, 15:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'ex premier Monti vuole rieducare gli italiani «eliminando i loro difetti». Ma chi glielo ha chiesto?
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-11-09 12:59:29
"gli assurdi eXperimenten del Doktor Montgele"
2018-11-09 11:36:36
Il principale difetto degli italiani è l'autorazzismo, la cieca convinzione che gli altri siano fenomeni da copiare e noi gli ultimi scemi del villaggio. Il vero spread che abbiamo è la mancanza di orgoglio.
2018-11-09 08:57:23
Splendida la definizione del Direttore: "eterogenesi dei fini" nel caso del Sen. Monti col suo intervento televisivo, anche se mi sembrano due parole un po' difficilotte per il tipo di lettori che commentano le notizie su questo giornale, e che la Redazione pettina spesso e volentieri. Non sono d'accordo invece sulla parte iniziale della risposta del Direttore, dove sostiene che sia l'astio a suggerire la critica al Governo attuale (pettinare gli elettori con condoni ecc.). Concesso che il Prof. faccia parte della casta privilegiata, e' di sicuro uno delle poche personalita' politiche di prestigio italiane riconosciute a livello mondiale, anni luce dai due attuali vice-ministri, e proprio per questo, prima di offendersi, anche gli elettori dei due leader attuali farebbero bene a cercar di comprendere il significato delle sue parole. Che in definitiva fotografano bene le cause del declino (irreversibile?) del nostro Paese: l'evasione fiscale non e' solo dei colletti bianchi o delle grandi industrie, ma proprio della miriade di piccole e piccolissime aziende, che magari evadono per cifre relativamente piccole, ma sono tante. Basta vedere i tempi necessari per avere un appuntamento (per aprire un conto a interessi 0) in una qualsiasi banca svizzera, o austriaca, o slovena, o croata! E questo solo perche' Salvini ha ventilato la possibilita' di un prelievo forzoso, tipo Amato nel '92. Se poi aggiungiamo la percentuale da record europeo del lavoro nero, la sostanziosa corruzione ed il peso delle mafie (quello si' da record mondiale) vedete che di difetti ce ne sono tanti, ma tanti...
2018-11-09 14:40:56
E scritto pure nell'articolo ma sembra tu non abbia,potuto o voluto,comprendere.Conte Di Maio e Salvini hanno EREDITATO questi problemi dai precedenti governi.Stanno tentando un approccio diverso alla loro risoluzione,cosa che Monti sa bene.proprio come sa bene bene che in questo modo c'è una possibile soluzione al problema che lui durante il suo mandato NON HA VOLUTO risolvere in quanto lui non governava per conto degli ITALIANI ma per conto del suo ex datore di lavoro. Domanda che mi sorge spontanea,tu per stare dalla parte di Monti o sei uno con il capitale,ma in quel caso non perderesti il tuo tempo leggendo i commenti di un giornale che,a tuo dire,ha dei lettori con un livello culturale medio basso tanto da non capire la frase "eterogenesi dei fini" o sei uno dei comuni lettori che comprende frasi come quella sopra ma vive distaccato dalla realtà e di politica non ne capisce niente.
2018-11-09 07:57:31
Monti e un arrogante e antidemocratico come lo e l'Europa. Sa solo dire e fare diktat verso l'impoverimento degli altri, mentre lui si e fatto nominare Senatore a vita per mangiare sulle spalle degli Italiani e poi pretende anche la nostra stima ed il nostro voto? A lui, il professore dalle ricette fallite il mio voto non lo daro mai!