L'eterno scandalo della bolletta del gas: dobbiamo pagare l'Iva anche sulle tasse

Sabato 15 Dicembre 2018
16
Egregio direttore,
ho appena ricevuto una bolletta per la fornitura del gas e leggo, fra gli altri dati: Totale fattura euro 564,47 spesa per fornitura euro 318,82, totale imposte e IVA euro 245,65 (43,5%) Cari governanti che pensate al popolo, vi siete mai soffermati a leggere una bolletta? Vi sembra equa una tassazione del 43 e rotti per cento fra accise e l'Iva? Fate meno chiacchiere, meno selfie e meno comparsate televisive e spendete un po' più di tempo per cose concrete, come la possibile e opportuna riduzione delle accise. Qui la Ue non c'entra.


Giancarlo Locatelli
Dosson di Casier (Treviso)


Caro lettore,
il peso delle imposte che incidono sulle bollette del gas è uno dei grandi e irrisolti scandali italiani. Sul consumo effettivo del metano grava infatti una doppia tassazione, con il risultato che l'Iva( Imposta sul valore aggiunto) viene calcolata non solo sul costo del gas effettivamente utilizzato, ma anche sulle altre imposte. Cerco di spiegare meglio come funziona questo perverso meccanismo. Sul gas che noi consumiamo oltre all'Iva è previsto il pagamento di un'accisa, cioè di un tributo sul gas effettivamente utilizzato: insomma un'altra tassa che peraltro non è uguale in tutto il territorio nazionale, in larga parte del Sud è sensibilmente inferiore rispetto a quella prevista al Nord. A questa accisa si aggiunge poi, laddove è prevista, anche una aliquota addizionale regionale. A questo punto scatta l'Iva vera e propria che varia dal 10 o al 22 per cento in base ai consumi reali di ogni famiglia. Ma l'Iva non viene calcolata solo sul valore del gas utilizzato, bensì sul costo del gas maggiorato però delle accise e dell'addizionale regionale. In altre parole: paghiamo le tasse anche sulle tasse e il risultato finale è quello che lei vede nella sua bolletta dove il peso delle imposte finisce per essere quasi pari a quello della materia prima consumata. Purtroppo la politica, a destra come a sinistra, conosce assai bene questo problema (ci sono state anche sentenze che hanno messo in discussione questo perverso meccanismo di prelievo fiscale) ma nessuno finora hai mai fatto nulla per correggerlo. © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci