Cia Agricoltori-italiani contro lo spreco alimentare: ecco i punti

Venerdì 11 Giugno 2021
Cia Agricoltori-italiani contro lo spreco alimentare: ecco i punti

Ridurre le perdite agroalimentari nei vari passaggi della filiera agricola dalla produzione alla distribuzione, incrementare il recupero delle eccedenze di cibo per migliorarne la distribuzione e l'accesso, favorire la prevenzione dello spreco alimentare a livello domestico e fuori casa, promuovere l'adozione di un' alimentazione sana e sostenibile di cui è modello esemplare la Dieta mediterranea per garantire a tutti l'accesso regolare a cibo sano e nutriente e tutelare le fasce di popolazione impoverite dalla pandemia.

Cinghiali, la Cia: «Intervento sistematico e non a spot»

Sono queste le quattro azioni cruciali secondo Cia-Agricoltori Italiani, contro lo spreco alimentare e punti chiave del suo contributo al documento di visione e impegno, presentato oggi dal Dialogo nazionale patrocinato dal ministero degli Affari esteri per il Food System Summit 2021, a Roma dal 26 al 28 luglio. La scheda Cia su visione e impegno del sistema agroalimentare italiano, porta l'attenzione- informa una nota- su temi come difesa da patogeni e parassiti, post-raccolta, conservazione, trasporto e logistica. Riguarda inoltre normative e incentivi, la centralità di una puntuale educazione alimentare nelle scuole e una costante e mirata campagna di comunicazione per stimolare l'adozione di modelli di produzione e consumo responsabile. L'organizzazione inoltre intende rilanciare la necessità di promuovere l'agricoltura 4.0 e la meccanizzazione e una migliore organizzazione delle relazioni di filiera. Infine sostiene il richiamo all'adozione della strategia Farm to Fork del Next Generation Eu per dimezzare entro il 2030 lo spreco alimentare procapite.

Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 09:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA