Arriva Halloween, una festa che non c'entra niente con la nostra cultura

PER APPROFONDIRE: festa, halloween
Gentile Direttore,

ecco puntuale la festa di Halloween. La zucca, scavata fino ad assumere l'aspetto di un mostriciattolo, è la protagonista assoluta in questi giorni. In questi anni anche in Italia si sta diffondendo l’usanza di celebrare questa festa pagana. Un'antica ricorrenza anglosassone che non ha niente a che vedere con le radici della nostra cultura, ma che in compenso fa spendere molti soldi. La notte delle streghe ha assunto una valenza commerciale, diventando un rito prevalentemente consumistico. Le vetrine si riempiono di cappelli da strega, lenzuoli da fantasma, scheletri, teschi, ragnatele. Per gli anglosassoni questa festa ha una lunga e sentita storia ed è giusto che la festeggino, mentre sarebbe opportuno che noi cercassimo di mantenere vive soprattutto le nostre tradizioni.

Perchè impadronirci di leggende, riti e usanze altrui? Come possiamo mischiare la festa di Ognissanti e il ricordo dei defunti con la simbologia dell’occulto? Se poi vogliamo far festa per spezzare la grigia monotonia dell’autunno, niente di male. La sera dei misteri, divertiamoci dove vogliamo e con chi ci pare, ma trascorriamo una spensierata e allegra serata alla nostra maniera: all’italiana. Perchè mascherarsi da vampiri osannando le tenebre? Che cosa c’entrano col nostro sentire, con i nostri costumi e la nostra solarità mediterranea, i fantasmi, gli zombie e le zucche vuote?

Michele Massa
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 25 Ottobre 2019, 18:48






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Arriva Halloween, una festa che non c'entra niente con la nostra cultura
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-11-01 13:21:13
Caro lettore, questa festa viene celebrata in Italia perche' siamo tutti vittime del consumismo sfrenato. Da veneziano noto che i turisti italiani e stranieri, appena arrivano a Piazzale Roma o alla stazione, si fermano al primo banchetto di bengalesi. E si comprano il cappellino da nostromo con scritto in oro Venezia a cartteri cubitali oppure i piu' smaliziati comprano il finto Borsalino di cartone. Puro consumismo. Se lei segue una coppia di turisti, magari in Ruga Rialto, vede che i due camminano guardando esclusivamente le vetrine dei negozi. Disinteressandosene completamente di scoprire una delle più magiche citta' del mondo. Occhi bramosi in cerca di comprare qualche cosetta pur di spendere qualche soldo. Consumismo puro.
2019-10-28 12:38:30
Bella festa, veramente. Ma non centra nulla con noi. Poi forse tra cinquantanni probabilmente piacerà per forza a tutti.
2019-10-28 08:35:03
anche il natale allora ...!!! la festa mercantile deriva da san nicola, vescovo turco che era solito lasciare qualche provvista ai poveri, poi l'hanno vestito di rosso (prima santa clausa era vestitio di verde) perchè negli anni 30 la coca cola faceva pubblicità di un tizio con la barba candida con vestito rosso.. anche la pasqua è una festa di origine ebraica che celebra il passaggio (pesach), la liberazione del popolo d'israele, combinata con feste celtiche dell'arrivo della primavera. Può piacere o non piacere, su questo non si discute, ma passerà il tempo e quando i nostri giovanissimi saranno vecchi e nn ci saranno più i vecchi dinosauri esistenti adesso che nella loro infanzia non l'hanno vissuta allora sarà una festa tradizionale
2019-10-27 13:41:23
Ma scusate: mio padre, che oggi avrebbe 110 anni, mi diceva che nella sua infanzia, nelle campagne del veneziano si svuotavano zucche per disporle sui davanzali con una candela accesa all'interno "per tener lontani gli spiriti" nelle nottate dei primi di novembre. Se non era Halloween questo...
2019-10-25 19:20:45
Non pensavo pure il gazzettino salisse sul carro degli anatemi cattolici per una festa che è stata coperta dalla celebrazione cattolica come tante altre (Natale è un esempio classico), vi ricordo che più che anglosassone è una celebrazione che viene dal mondo celtico e pagano che esisteva ben prima della Chiesa Cattolica.