Il Papa alla messa di Natale: «Superare ingordigia ed egoismi, troppi senza pane»

PER APPROFONDIRE: natale, papa
Il Papa alla messa di Natale: «Superare ingordigia ed egoismi, evitare il burrone della mondanità»

di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - «Davanti alla mangiatoia, capiamo che ad alimentare la vita non sono i beni, ma l’amore; non la voracità, ma la carità; non l’abbondanza da ostentare, ma la semplicità da custodire». Con una liturgia segnata dai colori bianco e oro, in segno di gioia, purezza e regalità, Papa Francesco celebra la solenne messa del 25 dicembre nella basilica di San Pietro andando alle fonti del mistero del Natale.

LEGGI ANCHE Messa di Natale con sponsor, San Pietro da stasera illuminata a nuovo grazie alla Osram


Il pontefice ricorda che Betlemme significa casa del pane. «Dio sa che abbiamo bisogno di cibo per vivere. Ma sa anche che i nutrimenti del mondo non saziano il cuore. Nella Scrittura, il peccato originale dell’umanità è associato proprio col prendere cibo: prese del frutto e ne mangiò, dice il libro della Genesi. Prese e mangiò. L’uomo è diventato avido e vorace. Avere, riempirsi di cose pare a tanti il senso della vita. Un’insaziabile ingordigia attraversa la storia umana, fino ai paradossi di oggi, quando pochi banchettano lautamente e troppi non hanno pane per vivere”.

Ecco che allora Betlemme diventa, simbolicamente, la svolta per cambiare il corso della storia. «Lì Dio, nella casa del pane – spiega il Papa - nasce in una mangiatoia. Come a dirci: eccomi a voi, come vostro cibo. Non prende, offre da mangiare; non dà qualcosa, ma sé stesso. Se la accogliamo, la storia cambia a partire da ciascuno di noi. Perché quando Gesù cambia il cuore, il centro della vita non è più il mio io affamato ed egoista, ma Lui, che nasce e vive per amore». Poi Papa Francesco pone ai cristiani che affollano la basilica e a quelli che sono collegati in mondovisione alcune semplici domande: «Riesco a fare a meno di tanti contorni superflui, per scegliere una vita più semplice? A Chiediamoci: a Natale spezzo il mio pane con chi ne è privo?».

La riflessione che ne segue è piena di amarezza. «La strada, anche oggi, è in salita: va superata la vetta dell’egoismo, non bisogna scivolare nei burroni della mondanità e del consumismo».

La ripresa televisiva della cerimonia avviene nello standard 4K HDR che permette un altissimo livello qualitativo delle immagini attraverso nove moderne telecamere dislocate fra l’interno e l’esterno della Basilica, a disposizione di tutti gli operatori televisivi internazionali collegati via satellite al circuito EBU.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 24 Dicembre 2018, 22:31






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il Papa alla messa di Natale: «Superare ingordigia ed egoismi, troppi senza pane»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2018-12-25 11:29:39
Certo che è proprio paradossale! Parla il capo di un'associazione miliardaria, che ultimo della serie quando fu eletto pesava la metà di adesso! Pensa a pagare le tasse all' Italia , dona i beni della tua proprietà e comincia a mangiare meno tu e i tuoi accoliti, che il più magro pesa 150 kg. Solo allora potrai renderti credibile
2018-12-25 10:30:07
Oddio. I paradossi di oggi sono SEMPRE esistiti, in peggio. Ai tempi in cui hanno costruito la Basilica di San Pietro, i poveri dell'epoca stanno MOLTO peggio di quelli attuali e i ricchi dell'epoca stavano molto meglio (progressi tecnologici a parte)
2018-12-25 10:24:06
Sacra verità sante parole e non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire il grido che sale. Buon santo Natale.
2018-12-25 09:42:23
Certo che ci sono troppi senza pane, ma da oggi quando le capita di ricevere in vaticano uno di quei personaggi potenti che appartiene a quell'uno per cento che detengono la maggior parte della ricchezza mondiale invece che sorrisi strette di mano e pacche sulle spalle gli riservi una bella lavata di capo e se non capiscono gli mostri la porta. Buon natale papà Francesco.
2018-12-25 09:37:41
Da che pulpito!!! Vaticano patria del lusso ior pieno d danaro e questo fa il finto tonto? Nooooooe'