Regione Puglia, il Presidente Emiliano indagato per abuso d'ufficio

Regione Puglia, il Presidente Emiliano indagato per abuso d'ufficio
Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, è indagato per abuso d'ufficio per violazione della legge Severino, in relazione alla nomina come consigliere nella società pubblica InnovaPuglia dell'ex sindaco di Bisceglie Francesco Spina. La notizia è pubblicata dalla Gazzetta del Mezzogiorno secondo cui la Procura ha notificato un avviso di proroga delle indagini. Oltre ad Emiliano sarebbero indagati lo stesso Spina e un dirigente della Regione, Nicola Lopane.

LEGGI ANCHE...> ​Spese pazze in Liguria: sindaco di Cogorno neo eletto dovrà lasciare l'incarico

L'inchiesta è condotta dal pm Chiara Giordano. Spina, sindaco di Bisceglie fino ad agosto del 2017, in base alla Severino non avrebbe potuto ricevere incarichi prima di due anni. Invece, la nomina nel consiglio di InnovaPuglia è stata decisa dalla giunta regionale a fine luglio 2017. Spina sarebbe indagato anche per falso perchè, al momento dell'accettazione dell'incarico avrebbe firmato una dichiarazione in cui attestava di non trovarsi in situazioni di conflitto di interessi. La legge Severino vieta l'assegnazione di incarichi pubblici a chi nel biennio precedente abbia fatto parte della giunta e del consiglio di Comuni con più di 15.000 abitanti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 12 Giugno 2019, 10:19






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Regione Puglia, il Presidente Emiliano indagato per abuso d'ufficio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-06-12 15:57:12
Come sarebbe facile ironizzare sui politici komunisti e sui loro simpatizzanti non che commentatori. Ma non ne vale la pena. Lasciamo la lingua biforcuta a chi ne ha bisogno e ne ha usufruito per 75 anni esaurendo l'intero vocabolario di falsità. Lasciate perdere questo infelice protagonista di una politica ormai vuota di contenuti (se mai fosse stata piena!). Non sono diversi sono uguali e qui trovo la risposta del "perchè" appoggiano certe manifestazioni di natura non proprio etero. Ma come si dice " de gustibus non est disputandum"!