Papà e figlia morti nell'auto in fiamme, la mamma sotto choc: «Ha provato a tirarli fuori con le sue mani»

PER APPROFONDIRE: bruciano, figlia, padre
Papà e figlia morti nell'auto in fiamme, la mamma sotto choc: «Ha provato a tirarli fuori con le sue mani»
Vedere una figlia e un marito bruciare in auto, senza poter fare niente per aiutarli e salvarli. La triste storia, riportata dal quotidiano Il Mattino, è quella di Consiglia, moglie di Giuseppe Pennacchio e madre della piccola Nicole. Una donna rimasta sola, che ha visto una tragedia consumarsi davanti ai propri occhi e che, adesso, dovrà trovare il coraggio di andare avanti per crescere l'altra bimba avuta con Giuseppe qualche mese fa.

Mini d'epoca si incendia su Torino-Pinerolo, morti padre e figlioletta: andavano a un raduno
L'auto prende fuoco, padre e figlia di 6 anni muoiono intrappolati sotto gli occhi della mamma



Giuseppe e Nicole sono morti in uno spaventoso incidente stradale avvenuto a Pinerolo, in Piemonte, regione dove vivevano da qualche anno. Dopo lo schianto, le fiamme, alle quali la moglie è sopravvissuta perché viaggiava su un'altra auto assieme alla neonata di soli 4 mesi. Consiglia è originaria dell'Avellinese proprio come il marito ed ora è ricoverata sotto choc.

«Ha provato in tutti i modi a salvare la sua Nicole andando incontro alla morte. Ma quando le fiamme hanno dapprima bruciato una ciocca di capelli ed avvolto un braccio ed in parte il suo viso si è dovuta arrendere. Quello di Consiglia è stato un destino crudele: vedere morire, senza nulla poter fare, marito e figlia». A parlare, con la voce rotta dall'emozione, è la zia del giovane idraulico Giuseppe Pennacchio, Angela Rigillo. La donna con suo marito gestisce il centro residenza per anziani Cuor di Gesù alle porte di San Sossio Baronia, in provincia di Avellino, dove lo scorso mese Giuseppe, con la moglie Consiglia La Malva e le due figlie, ha passato alcuni giorni di vacanza. Come raccontato sempre dalla signora Angela, Giuseppe era felice perchè aveva comunicato che tra qualche mese ci sarebbe stato il battesimo della sua seconda figlia.
 
 

 
Ancora tutta da chiarire la dinamica dell'incidente avvenuto nella mattinata di domenica 15 settembre sulla Torino-Pinerolo. Padre e figlia sono morti carbonizzati all'interno di una Mini d'epoca, che ha preso fuoco dopo essersi scontrata con una Toyota Verso.

Emigrato da anni nel Torinese, Giuseppe ha sempre mantenuto un rapporto intenso con la sua città, testimoniato anche dalla scelta di sposarsi lì con Consiglia, la donna della sua vita, una decina d'anni fa. Anche il sindaco Giovanni Contardi e il consigliere Raffaele Pennacchio, suo amico, hanno espresso un grande dolore per la sua perdita: il comune pensa adesso alla possibilità di indire una giornata di lutto cittadino per lui e per la sua famiglia. 


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Settembre 2019, 12:21






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Papà e figlia morti nell'auto in fiamme, la mamma sotto choc: «Ha provato a tirarli fuori con le sue mani»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti