Modena, scritte contro Marco Biagi nell'anniversario dell'omicidio. Il figlio: «Lo Stato lo ha abbandonato»

PER APPROFONDIRE: marco biagi, modena, scritte
Scritte contro Marco Biagi  nell'anniversario dell'omicidio.  Il figlio: «Stato lo ha abbandonato»
"Marco Biagi non pedala più" e ancora "Onore a Mario Galesi". Sono solo due delle agghiaccianti e infamanti scritte tracciate sui muri dell'Università di Modena, Facoltà di Economia, nel giorno dell'anniversario del giuslavorista, ucciso il 19 marzo del 2002 dalle Nuove Brigate Rosse a Bologna, in via Valdonica. Mario Galesi, componente di primo piano dell'organizzazione armata di sinistra denominata Nuove Brigate Rosse, è uno dei terroristi che partecipò agli omicidi di Marco Biagi e di Massimo D'Antona nel 1999. Sul muro dell'Ateneo si leggono anche le scritte '1000 Biagì e 'Onore ai compagni combattentì.

Le foto stanno facendo il giro dei social network, raccogliendo molti commenti di indignazione e condanna. Queste le scritte oggi sui muri della facoltà di Economia a Modena. Questa la ragione del perché ricordare Marco Biagi. Non uno stanco rituale ma una battaglia di verità. Una morte assurda e ingiusta, maturata in un clima di odio e intolleranza che purtroppo non è scomparso« scrive su Twitter il giuslavorista Michele Tiraboschi, assistente di Biagi quando insegnava e considerato colui che ha raccolto la sua eredità professionale.

«Lo Stato ha abbandonato mio padre. Mio padre aveva una scorta fino a pochi mesi prima di essere ucciso, fino al novembre del 2001. Per cui penso che il fatto che gli sia stata tolta senza motivo o comunque con una grande sottovalutazione del pericolo sia una cosa molto grave». Così il figlio di Marco Biagi, Lorenzo, è tornato sul caso della mancata scorta al giuslavorista ucciso a Bologna dalla Nuove Br. «Spero - ha aggiunto Lorenzo a margine del ricordo del padre a pochi metri dal luogo dell'omicida - che questo non capiti più ad altre persone o altre figure come lui».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 19 Marzo 2018, 14:44






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Modena, scritte contro Marco Biagi nell'anniversario dell'omicidio. Il figlio: «Lo Stato lo ha abbandonato»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-03-19 21:56:30
... aggiungo una cosa. Sono perfettamente d'accordo con il figlio, l'omicidio Biagi fu una vergogna per questo stato, sia per chi lo aveva additato come nemico del popolo, sia per gente che andava in giro con la scorta ma la nego' a Biagi, nonostante che due delle ultime vittime delle BR (Tarantelli e D'Antona) avessero ricoperto un ruolo perfettamente analogo al suo.
2018-03-19 19:40:12
Poi sarebbero i fascisti il problema. Era il 2002: i comunisti hanno proseguito con gli omicidi politici anche nel nuovo millennio.
2018-03-19 16:51:25
beh se oa la precarizzazione del lavoro,la truffa delle agenzie interinali ecc ecc lo dobbiamo alle idee di questo signore...
2018-03-19 18:43:39
..se ora ci sono...