Papa Francesco: «Le migrazioni arricchiscono, anche Gesù fu profugo»

PER APPROFONDIRE: migranti, papa, papa francesco, vaticano
Papa Francesco: «Le migrazioni arricchiscono, anche Gesù fu profugo»
CITTÀ DEL VATICANO «I migranti sono una risorsa, un arricchimento per la nostra società». Appelli, discorsi, omelie, interventi a braccio, messaggi, lettere. Sono centinaia le esortazioni a favore dei migranti che Papa Francesco in questi quasi 6 anni di pontificato ha rivolto ai governi, alle chiese, alle comunità e alle persone di buona volontà. Il Vaticano le ha raccolte in un libro che è stato presentato stamattina e diffuso in diverse lingue, a sottolineare la necessità da parte della Chiesa a non deflettere sulla linea dell'accoglienza e delle porte aperte. Le migrazioni per il pontefice sono un diritto.

«I movimenti umani,
pur generando sfide e sofferenze, stanno arricchendo le nostre
comunità , le Chiese locali e le società  di ogni continente». Ripete Francesco nella prefazione al volume intitolato «Luci sulle
 strade della speranza», e curato dalla
sezione migranti e rifugiati del Dicastero vaticano per lo 
Sviluppo umano integrale.

«Come la storia umana, la storia della salvezza è stata segnata da 
itineranze di diverso genere - migrazioni, esili, fughe, esodi - tutte 
comunque motivate dalla speranza di un futuro migliore altrove. E 
anche quando l’itineranza è stata introdotta con intenzioni criminali 
- scrive Bergoglio nella prefazione del volume Luci sulle strade della 
speranza a cura della sezione Migranti e rifugiati del dicastero per 
lo Sviluppo umano integrale - come nel caso della tratta, non bisogna 
lasciarsi rubare la speranza di librazione e riscatto».  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 17 Gennaio 2019, 12:12






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Papa Francesco: «Le migrazioni arricchiscono, anche Gesù fu profugo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 54 commenti presenti
2019-01-18 09:41:21
.... Di DebiTi...
2019-01-18 01:23:31
.....dirotti tutto questo ben di dio....nella sua vasta argentina.....!
2019-01-17 21:24:56
@srenobe, no,no! Egr srenobe assolutamente no sono i falsi cristiani che trovano abili, come quelli che scrive lei. Infatti, tutti i migranti sono ladri, delinquenti, tutte le migranti sono donna c'è spacciatori di droghe, ec ecc Sono queste cose che vengono in continuo ripetute dal bravi fedeli dai basa banchi. Da chi va in hiesa perchè non si sa mai. Quelli che hanno fatto di tutto nella vita evaso tasse imbroglio rubato....due ave padre e si sentono liberi. Cinque euro e hanno la coscenza a posto. No essere atei non vuol dire tirarsi fuori, vuoi, solo dire non avere alibi, essere cocenti di quello che si fa senza mentire a se stessi.
2019-01-18 18:43:56
Tra la popolazione gli stranieri sono circa uno su 12, mentre nelle carceri sono piu' di uno su 3. 1/12 diviso 1/3 fa quattro: il tasso di delinquenza degli stranieri e' il QUADRUPLO di quello (gia' alto!) degli italiani. Questa e' la realta', non un "alibi" (e tanto meno un "abili").
2019-01-18 20:21:12
E lei dice che tutti i cristiani sono falsi. Le ricordo che di tutti i migranti che sono arrivati neanche il dieci per cento ha diritto a rimanere. Ora se non è vero che sono tutti stupratori spacciatori e quant'altro è altrettanto vero che quel novanta per cento che non ha diritto a rimanere nel nostro paese sono dei furbetti che hanno voluto scavalcare le vie legali per entrare . Ho lavorato con due senegalesi entrati legalmente nel nostro paese e poi rientrati . Come mai altri loro connazionali entrano illegalmente per non parlare di tunisini marocchini bengalesi e altri che provengono da paesi dove non vi è guerra? Chi vuole arrivare nel nostro paese lo deve fare legalmente con passaporto e certificato penale ed il fatto che questa cosa la chieda pure un cristiano non c'entra un fico secco . Il cristiano ha il dovere di amare il prossimo non di stare a novanta per non avere alibi.