Bunker tedesco in perfetto stato scoperto in campagna lungo la linea gotica. Verrà fatto controllare da esperti

Lunedì 20 Settembre 2021 di Luca Senesi
Antonella Terenzi, presidente Ancr e il fotografo Bruno Olivi davanti all'ingresso del bunker

MONTELABBATE E’ stato scoperto qualche giorno fa un bunker tedesco originale, intatto e ben conservato, la cui esistenza era nota ai cittadini dai racconti di guerra. Situato in una zona impervia lungo la Linea Gotica a Quota 89, nella frazione di Montecchio, il bunker è stato riscoperto dal fotografo Bruno Olivi che lo ha ritratto nei suoi scatti. Da questi si nota l’ingresso del bunker e il cunicolo sul quale si apre un passaggio laterale che dà in una stanza ancora ben conservata.

 

Scoperto il bunker, dopo una ricerca che lo stesso Olivi stava facendo in occasione dell’8 Settembre, sul posto è intervenuta anche Antonella Terenzi, presidente dell’Ancr di Montelabbate. «Per noi si tratta di una scoperta molto importante – ha spiegato la Terenzi – ora il sindaco Palmiro Ucchielli farà controllare da esperti il luogo per la sua messa in sicurezza e in seguito ci piacerebbe che sia reso visitabile nonostante il luogo dove si trovi sia difficile da raggiungere».

La stessa Associazione nazionale combattenti e reduci sezione di Montelabbate è fortemente impegnata nel perseverare il ricordo di questi fatti storici; solo alcune settimane fa il 30 agosto, in occasione della ricorrenza della conquista di quota 111 da parte della compagnia Perth canadese, ha celebrato come ogni anno l’anniversario dell’evento che permise l’inizio della conquista della “Linea Gotica”. «Ci piacerebbe anche ricostruire il percorso che dal cimitero degli inglesi di Montecchio raggiunge Tavullia attraverso una strada percorribile a piedi o in bicicletta». Intanto a proposito di Ancr è stato eletto da poco tempo il nuovo Direttivo dell’Associazione Combattenti e Reduci di Montelabbate per il periodo 2021-2024 che vede Antonella Terenzi, riconfermata alla guida.

«Serve sapere da dove veniamo per costruire la strada del nostro vivere insieme – dice la Terenzi - Una delle parole chiave di un’associazione è la parola “Insieme”. Oggi questo termine ha il sapore di ritrovarsi, cercare le occasioni per non isolarsi e trovare la via per aiutarsi. Non solo “social” ma fisicamente, perché ogni essere umano possa essere ascoltato e possa condividere». Questo è proprio uno degli aspetti che in questi anni di attività ha avuto il valore più importante Questo nuovo direttivo vede alla vicepresidenza Nevio Angelotti, Maurizio Terenzi segretario, Maurizio Spadoni sindaco effettivo, Lucio Giardini garante. Consiglieri: Maria Lucia Mariani, Lorenzo Balducci, Mauro Galeazzi, Mirko Terenzi.

Gli obiettivi sono la nuova cerimonia delle medaglie al valor Militare prendendo come riferimento i nominativi che il Ministero della Difesa ha fornito, la celebrazione del Centenario del Milite Ignoto, la scuola di Educazione Civica interrotta dal Covid. «E soprattutto, fattore prioritario – sottolinea il presidente -, la conoscenza dei Monumenti e dei luoghi di guerra lungo la Gotica, linea che collega il nostro territorio che un tempo ha diviso per spezzare l’avanzata degli alleati ma che oggi Unisce tutti i nostri Comuni per l’intersecazione che da sola fa da Urbino a Pesaro, dalla Valle del Foglia alla valle del Metauro».

 

Ultimo aggiornamento: 12:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA