Giovedì 25 Aprile 2019, 09:30

Torna il "corvo" della curia: lettere ad alcuni preti, cresce il mistero

PER APPROFONDIRE: lettere, preti, venezia
Torna il "corvo" della curia: lettere ad alcuni preti, cresce il mistero

di Alvise Sperandio

MESTRE - La firma è la stessa della seconda volta, “fra.Tino”, così come sono gli stessi i riferimenti all’omosessualità e le accuse infamanti di pedofilia rivolte contro alcuni sacerdoti diocesani, che però stavolta non vengono nominati. Per la terza volta – i primi erano firmati “La verità vi rende liberi” -, tre mesi dopo ritornano i volantini anonimi contro il Patriarcato e si riaccende la tensione sulla Curia e il “corvo” che vi si agiterebbe dentro. Per colpire di nuovo l’ignoto autore ha aspettato la Settimana Santa, i giorni più importanti dell’anno per i cristiani. Ma se a fine gennaio i volantini erano comparsi a Venezia appesi sulle pareti della chiesa di San Zulian – quella del polverone don D’Antiga, per intendersi – e dintorni, stavolta chi si cela dietro lo pseudonimo ha scelto di spedire la lettera direttamente nella casella postale di alcuni parroci di Mestre e forse anche del centro storico e di altre zone della diocesi.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Torna il "corvo" della curia: lettere ad alcuni preti, cresce il mistero
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-04-25 11:39:37
Corvi venessiani...hahahaahahahahaha...non vi fate mancare nulla in venneto....hahahahaah...ciao enrico..ciao.
2019-04-25 17:34:02
Che noia, 'sto Gazzettino
2019-04-25 19:11:32
Ha recapitato le lettere a mano? Avra' lasciato le impronte digitali...
2019-04-27 12:14:21
1) Ma se i preti per primi non porgono l'altra guancia, come possono chiederlo ai fedeli? 2) Ma la Procura non ha altro tempo da perdere che fare indagini su questa stupidaggine...ma che indagasse sulla corruzione che a Venezia c'é ed é bella florida!