Pfas. Esposto presentato in Procura a Vicenza: «Ci costituiremo parte civile»

PER APPROFONDIRE: cgil, esposto, inquinamento, pfas, vicenza
La sede della Miteni di Trissino

di Luca Pozza

VICENZA - Un esposto è stato presentato questa mattina alla Procura di Vicenza dalla Cgil provinciale e regionale riguardante la vicenda da inquinamento da Pfas che ha interessato l’Ovest Vicentino e parte delle province di Verona e Padova, per una popolazione stimata di oltre 300 mila persone. Tale esposto è stato consegnato nelle mani del Procuratore Capo dott. Antonino Cappelleri.

Con questa azione legale, è stato poi spiegato in una conferenza stampa tenutasi nella sede della Cgil di Vicenza, dal componente della segretaria regionale del Veneto Paolo Righetti, dal segretario generale di Vicenza Giampaolo Zanni, dalla segretaria regionale Filctem Verena Reccardini e da quello provinciale di Vicenza Giuliano Ezzelini Storti, si vogliono tutelare «gli oltre 500 lavoratori che si sono alternati all'interno dell'azienda Rimar/Miteni di Trissino e che ora presentano valori nel sangue di queste sostanze velenose. Dalle conclusioni di studiosi e medici emergono un'aumentata mortalità totale e un aumento marcato di tumori epatici e cirrosi epatiche».

Gli stessi vertici della Cgil provinciale e regionale hanno chiesto ai magistrati vicentini «di essere informati circa un'eventuale richiesta di archiviazione del procedimento e ci riserviamo sin d'ora la facoltà di costituirci parte civile in nome e per conto delle associazioni sindacali da noi rappresentate in quanto direttamente danneggiate dai fatti esposti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Gennaio 2019, 13:52






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pfas. Esposto presentato in Procura a Vicenza: «Ci costituiremo parte civile»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-01-13 01:06:01
Accorata partecipazione di tutta l'Euganea, contro questa ferita ambientale sull'acqua, bene primario. Tutto il nostro sostegno
2019-01-11 14:46:36
Mi sembra che ci sia la necessita' di coordinare la gestione del PFAS nel Vicentino. Il personale, gli ospedali, gli istituti ed organizazzioni ci sono, vediamo di non lasciare tutte le iniziative alla Cgil ed avvocati vari di Vicenza (che mi sembrano troppo di parte per essere efficaci) e non dimentichiamo che non e' solo il problema di ca 500 lavoratori, ma di tutte le persone che abitano o hanno abitato in certe zone (oltre 250 MILA). COSA fa il "ricco" Veneto come lo definisce il resto d'Italia in tutti i media? Lascia che le imprese facciano tutto quello che vogliono o quasi? Dove sono e cosa fanno i NS. rappresentanti?