«Lasciate pulito, non siamo a Napoli»: il cartello sui cassonetti fa infuriare i campani /Foto

PER APPROFONDIRE: cartello, napoli, pordenone, rifiuti
«Lasciate pulito, non siamo a Napoli»: il cartello sui cassonetti Le scuse del sindaco: «Iniziativa di un cretino» /Foto
PORDENONE - "Lasciare pulito, non siamo a Napoli". Sono bastate poche parole, lette su alcuni cartelli affissi da ignoti ai cassonetti dell'immondizia, per scatenare il putiferio. Il caso è stato segnalato a Rorai Grande, quartiere residenziale di Pordenone. Alcuni residenti hanno affisso i cartelli sui cassonetti dell'immondizia, pieni di rifiuti nei giorni delle festività natalizie. Un cittadino pordenonese di origini napoletane ha ripreso il tutto e la notizia ha suscitato la reazione stizzita di tanti cittadini campani. Sono partite accuse di razzismo nei confronti dei pordenonesi. Il Comune ha provveduto immediatamente alla rimozione dei cartelli. 



Il movimento di protesta è cresciuto di ora in ora fino a che sono intervenute le istituzioni. «Risale ad un periodo lontano l'immagine di Napoli sfigurata dalla cattiva gestione del ciclo dei rifiuti», ha scritto Flavia Sorrentino, delegata all'autonomia, in una lettera inviata al sindaco di Pordenone. «Civiltà significa rispettare una comunità che rappresenta la terza città d'Italia e che, per vocazione storica e geografica, è capitale del Mezzogiorno».

Le scuse del primo cittadino di Pordenone Alessandro Ciriani sono arrivate a stretto giro: «È stata l'iniziativa di un cretino - sono le parole usate del primo cittadino - quel cartello ha indignato tutti, ma non dobbiamo ingigantire questa vicenda. Il Comune non solo ha preso le distanze, ma ha già provveduto, appena informato dell'accaduto, a rimuovere i tre fogli». «Il gesto scellerato di un singolo individuo - ha concluso il sindaco - non può minare la storia di una città che è fatta di generosità e altruismo, apertura mentale e condivisione».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 8 Gennaio 2019, 15:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Lasciate pulito, non siamo a Napoli»: il cartello sui cassonetti fa infuriare i campani /Foto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 45 commenti presenti
2019-01-08 15:56:21
Che c è di male? Non è la verità ? ..a napoli non fanno la differenziata, a me tocca da anni dividere in vari sacchi, con le tariffe in aumento..e Roma stessa cosa rifiuti dappertutto...
2019-01-08 15:50:20
Razzismo? Sicuramente se sei a Pordenone non sei a Napoli. Lasciate pulito mi sembra un ottimo suggerimento. Constatare che in certe città hanno un pessimo rapporto con l’immondizia non la vedo così grave. Ma perché il sig. Napoletano si è offeso? La televisione ne parla costantemente se la prenda con la televisione.
2019-01-08 17:50:26
subito tutti pronti a riempirsi la bocca con la parola che va di moda ora cioè RAZZISMO ma se dire la verita' è sinonimo di razzismo allora siamo tutti razzisti e comunque quello che è scritto è la sacrosanta verita' il resto sono parole al vento
2019-01-08 16:18:40
la verità fa male
2019-01-08 17:20:00
e' vero: in Friuli e in Veneto ci sono dei difetti, ma non si e' mai avuta una emergenza rifiuti come quella di Napoli.