Gettato a terra e derubato a 90 anni: dal terrazzo la figlia lo sente gridare

Martedì 16 Ottobre 2018 di Monica Andolfatto
Via Bottenigo a Marghera
11
MARGHERA - Ha sentito delle urla disperate. Si è affacciata in strada dal terrazzo di casa per verificare cosa stesse succedendo e solo in quel momento si è accorta che a gridare era proprio suo padre. Stava rientrando a casa e a pochi passi dall’ingresso è stato aggredito da due sconosciuti che non hanno avuto pietà nemmeno di una persona di novant’anni. Lo ha visto a terra con un ragazzo e una ragazza sopra che lo spintonavano e che poi sono scappati di corsa. Anche perché pure lei si era messa a invocare aiuto per spaventarli e per fare in modo che lasciassero stare l’anziano genitore. Il tempo di fare le scale con il fiato in gola, fino ad arrivare giù e prestargli soccorso, telefonando nel frattempo alla polizia.
 
L’AGGUATO
Siamo in via Bottenigo a Marghera. L’altro ieri, domenica verso le tre del pomeriggio. Un agguato in piena regola quello teso dalla coppia, un uomo e una donna, che la vittima ha descritto sui 25-30 anni, lui di colore, lei no e portava i capelli biondi. Da quanto si è potuto ricostruire lo hanno sorpreso alla spalle nei pressi dell’abitazione, scaraventandolo a terra. Parole non ne hanno profferite o per lo meno non abbastanza per capire se si trattasse o meno di soggetti entrambi stranieri. Quindi gli si sono avventati contro per rubargli il portafogli e ci sono riusciti: una volta ottenuto quello che volevano si sono dileguati senza preoccuparsi delle condizioni della loro “preda”. Il bottino si aggira sui 400 euro, ovvero tutto il contante che il pensionato aveva con sé.
LE INDAGINI
Sul posto, allertata dalla centrale operativa della questura, si è precipitata una Volante che ha raccolto le testimonianze e del novantenne e della figlia.
Gli agenti si sono sincerati sullo stato di salute dell’uomo, consigliandolo comunque di recarsi al pronto soccorso dell’Angelo per farsi medicare le contusioni rimediate nella rovinosa e improvvisa caduta. Purtroppo le ricerche fatte scattare nell’immediato non hanno portato a nulla. E inoltre nell’area in cui hanno agito i due malviventi non ci sarebbero telecamere né comunali né di eventuali privati o pubblici esercizi.
  Ultimo aggiornamento: 11:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA