Giovedì 9 Agosto 2018, 09:48

Maila e il suo inferno in casa: «L'8 marzo per me non è festa»

Maila e il suo inferno in casa
Quel post, un sinistro presentimento

di Angela Pederiva (ha collaborato Diego Degan)

VENEZIA - Autopsia di un amore malato. Sezionati sul tavolo del paese e dei social, e ricomposti con il senno di un tragico poi, eccoli qua i pezzi di un rapporto tossico: le illusioni e le delusioni, i ricatti emotivi, gli alti altissimi e i bassi bassissimi, l'apparente normalità esibita in pubblico, la devastante angoscia nascosta nel cuore.

MAILA, AMMAZZATA DI BOTTE Brutale omicidio a Cavarzere: marito ammazza la moglie massacrandola di pugni
TUTTI SAPEVANO Maila, i lividi in faccia: «Tutti sapevano che lui la picchiava»
LA ZIA «Maila lo proteggeva, tornava sempre da lui»



LA CASA DELL'ORRORE -
LE IMMAGINI 


Tutto raccontato, ma più spesso dissimulato, attraverso un diluvio quotidiano di foto, aforismi, vignette, parole. Come quelle di un anno e mezzo fa, che a rileggerle adesso suonano come un doloroso e sinistro presentimento: «Io la festa delle donne non la festeggio, per me non è nessuna festa della donna. In memoria di tutte quelle povere donne uccise da chi diceva di amarle».
 
 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Maila e il suo inferno in casa: «L'8 marzo per me non è festa»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2018-08-09 10:08:38
Ecco, in casi come questi quando si conosce l'assassino non sarebbe possibile fare un processo per direttissima?
2018-08-09 12:38:29
Enricosecondo, manca il tuo commento.......vergogna !!!!!!!! Ciao enrico..ciao.
2018-08-09 10:22:33
Conosco una coppia di giovani...figli piccoli...continui litigi e molte volte ho visto i Carabinieri portare via lui. Ogni volta tornano insieme...Meno male che almeno questi non avevano figli...Discorso diverso merita il cambiamento della legge e più poteri alle Forze dell'Ordine. Già dalla prima denuncia si deve intervenire con forza, uomini come questi sono bestie e da bestie vanno trattati...al mattatoio o lasciati in carcere a pane ed acqua per il resto della vita come nel Medioevo. Siamo diventati un paese che lascia fare tutto: dai mariti violenti che poi si vantano su facebook, dai maniaci che vanno in cerca di carne fresca per le loro pulsioni malsane che vengono tranquillamente lasciati circolare e che sistematicamente ci ricascano e infastidiscono giovani ragazze...che potrebbero essere nostre figlie....nessuno interviene e i Giudici???? E gli avvocati che queste bestie le difendono? Ma se poi una donna usa lo spray urticante o il padre della ragazzina la mazza da baseball...si rischia di essere denunciati! Non mi capisco più in che paese viviamo: chi si difende deve giustificarsi e pagare l'assalitore, il ladro o simile. Chi estorce denaro o chiede la carità...fate voi perchè con gli zingari è la stessa cosa..viene difeso dalla comunità alla faccia di chi esasperato, esprime il proprio parere (che poi lo pensiamo tutti tutti!!!) e rischia di essere licenziato! Gli immigrati vengono qui in Italia, pretendono alloggi, cibo, sigarette, tv, poi non trovano da lavorare o lavorano per pochi soldi...si schiantano in auto (come succede purtroppo ogni giorno a centinaia di nostri connazionali) e si tira in ballo il razzismo e la schiavitù! Ma pensarci prima di farli entrare in Italia? E' questo stato che ci rende razzisti! Sono le leggi sbagliate...Ora a questo mostro verrà dato un buon avvocato, l'infermità mentale e magari un giorno scriverà pure un libro e sarà nuovamente alla ricerca di una altra preda da sbranare! Forse era meglio il Medioevo!
2018-08-09 15:36:15
Come si può arrivare a tanto, poi lo definiscono "uomo" non è altro che una sub quasi umano, e i giudici che lo hanno messo agli arresti domiciliari ne sono compici.
2018-08-09 13:37:46
Il troppo buonismo, il " nessuno tocchi Caino" , il lasciamoli pentire, il liberali anzitempo perchè troppi furbi nel fare i detenuti modelli, hannno portato in questi anni una escalescion di delitti impressionanti. Sebbene, sempre restio alla pena di morte ma sempre conscio che detenerrli in galera all'ergastolo costano 350 euro al giorno alla collettività, sarei propenso per la pena capitale. Mi spiace ma per certi assurdi delitti non si può avere la mano leggera.