Muore il primo giorno di lavoro: tragedia al cemintificio di Fanna

PER APPROFONDIRE: cementificio, donato maggi, fanna, morto, operaio
Operaio trova il collega 37enne  morto folgorato. Disposta l'autopsia  Era al suo primo giorno di lavoro
FANNA - Un operaio di 37 anni è stato trovato privo di vita da un collega, questa mattina, pochi minuti dopo le 8, in una stanza con varie apparecchiature, all'interno del cementificio di Fanna (Pordenone) di proprietà della Buzzi Unicem.

La vittima, Donato Maggi - 37 anni,originario di Taranto, trasferitosi in Friuli da qualche anno - era al primo giorno di lavoro nel cementificio, assunto come interinale da un'agenzia di Udine, che lo aveva «prestato» all'azienda di Precenicco, storico partner dello stabilimento friulano della Buzzi Unicem dove è avvenuta la tragedia. L'uomo era giunto a Fanna con il titolare della ditta e un altro collaboratore. Al momento della disgrazia era da solo nella stanza, allestendo una «zattera» per lo spostamento di un macchinario. Lo Spisal non è ora in grado di stabilire le cause del decesso. ​

LEGGI ANCHE I colleghi: «Abbiamo provato a rianimarlo»

L'operaio sarebbe morto folgorato. È la conclusione cui sono giunti i carabinieri della Compagnia di Spilimbergo che stanno svolgendo i rilievi assieme al personale dell'Azienda sanitaria. Sulla scorta delle verifiche eseguite, mentre Maggi era intento a eseguire lavori manutentivi avrebbe toccato, forse inavvertitamente, alcuni quadri elettrici. Per i carabinieri quindi il decesso è intervenuto «verosimilmente per folgorazione, entrando - la vittima - in contatto con una parte esposta in tensione». Gli accertamenti definitivi sulle cause del decesso saranno affidati all'autopsia il cui incarico sarà conferito domani dalla Procura della Repubblica di Pordenone.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 7 Agosto 2018, 16:15






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Muore il primo giorno di lavoro: tragedia al cemintificio di Fanna
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2018-08-07 17:55:32
Ma non capite come funziona ??? Non è il primo giorno di lavoro. Purtroppo queste persone lavorano in nero e al primo incidente (prima ancora di chiamare i soccorsi ) i datori di lavoro vanno a regolarizzare la posizione dello sfortunato lavoratore. Fate caso a quanti incidenti sul lavoro hanno come protagonisti operai al loro primo giorno di lavoro
2018-08-07 18:26:37
Assunzioni con caporalati legalizzati .-
2018-08-07 18:50:46
...morti inaccettabili.. ingiustificabili ed ingiustificate.. lavoratore " prestato ".. siamo al delirio liberista. le macchine si prestano, i lavoratori si rispettano e magari li si prepara alla mansione prima di abbandonarli al loro destino di sub umani da strizzare come un limone per poi sputarli quando più non servono.. davvero un brutto segno per questo mondo ( quello del lavoro in prestito ma pure in generale )..
2018-08-07 18:24:26
Queste disgrazie, e con similari circostanze, ci fanno capire quanto la nostra civiltà sia decaduta.- Possiamo ancora competere con le bidonvilles, le favelas e tutte le periferie delle grosse città sudamericane ed asiatiche.-
2018-08-07 19:27:48
Non vorrei contraddirti perché forse la regola non vale x tutte le categorie ma nella mia se vuoi assumere qualcuno lo devi fare con 2 o 3 gg di preavviso. Poi le regole se uno vuole le evita comunque