Post inneggianti al fascismo Rucco: «Estremisti, passo indietro»

Domenica 20 Maggio 2018
5
VICENZA - È polemica politica a Vicenza dopo che sono emersi post inneggianti al nazi-fascismo sui profili social di dieci candidati consiglieri alle amministrative del 10 giugno collegati allo sfidante sindaco del centrodestra (sostenuto da Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia) Francesco Rucco. Lo stesso Rucco si è dissociato, chiedendo alle «persone che hanno pubblicato quei post» la correttezza, se eletti, «di fare un passo indietro, perché la credibilità dell'idea di città non può essere avvelenata da questo genere di dubbi». «Non consentirò alcuna ambiguità - ha aggiunto - su questi temi».

Il segretario del Pd veneto, Alessandro Bisato, ha detto di augurarsi «che Vicenza e i vicentini respingano con fermezza i rigurgiti nazifascisti che stanno inquinando la campagna elettorale amministrativa». Per l'esponente dem «è inaccettabile come molte persone, i cui riferimenti politici rimandano a ideologie illiberali condannate dalla storia, dalla società e dalla giustizia, siano riuscite a trovare spazio nelle liste a sostegno del candidato di centrodestra». I consiglieri chiamati in causa in una nota congiunta hanno chiesto scusa e cancellato dai loro profili i post incriminati.
Ultimo aggiornamento: 18:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci