Vescovo nigeriano rompe tabù: «Utili anche i muri per fermare le migrazioni»

PER APPROFONDIRE: africa, migranti, papa francesco, vaticano
Vescovo nigeriano rompe tabù: «Utili anche i muri  contro le migrazioni»

di Franca Giansoldati

Città del Vaticano – Decisamente controcorrente, quasi politicamente scorretto, il vescovo nigeriano Matthew Hassan Kukah di Sokoto, una popolosa città della Nigeria, osserva i flussi migratori crescenti e i drammi connessi, per dire chiaro e tondo che erigere dei muri o delle barriere come deterrente per le migrazioni è una cosa comprensibile. «Naturalmente costruire ponti è molto meglio che erigere dei muri, ma i paesi hanno il compito di portare avanti politiche nazionali per il bene comune, per proteggere i propri cittadini. I muri non necessariamente significano che nessuno deve entrare, ma che i paesi sono liberi di regolare i propri flussi migratori. In un processo tanto complicato come quello attuale, la dignità umana deve essere garantita come i diritti dei migranti debitamente rispettati».

​Usa, ok Corte suprema a Trump su fondi Pentagono per muro

Il vescovo Kukah in una lunga intervista a Crux sceglie con cura le parole per riuscire a far capire che anche in Africa i flussi migratori sono un grave problema. «Per me che sono un nigeriano le cose sembrano più chiare, e vorrei davvero raccomandare di erigere muri specialmente nella parte nord della Nigeria dove migliaia di persone vengono uccise, banditi e fuorilegge che invadono il paese e distruggono l'equilibrio di intere comunità». 

Migranti, il Papa: «Serve una gestione condivisa, non sono numeri»

Per il vescovo le migrazioni sia legali che illegali di chi scappa da povertà, guerra e corruzione non possono avere una lettura univoca. «La storia dell'Africa è la storia di una sostanziale irresponsabilità delle elite che hanno mostrato di non impegnarsi per il proprio popolo». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 16 Ottobre 2019, 09:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vescovo nigeriano rompe tabù: «Utili anche i muri per fermare le migrazioni»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2019-10-17 00:50:52
Meno male che a questo non gli possono dare del razzista! Sono millenni che si costruiscono mura, qualche motivo ci sara'. In italia c'e' un piccolo stato, un'enclave, circondato da mura, e dove non ci sono le mura ci sono le guardie... Li' entra solo chi vuole il Capo.
2019-10-17 10:39:37
pure la Repubblica di"San Marino"[twu is megl che uan]
2019-10-16 14:50:09
comunque essendo Nigeriano sembra che "i muri" che vuole siano da costruire nel nord della Nigeria.. non per impedire l'uscita ma l'ingresso di Predoni, Guerriglieri e immagino si riferisca ai "Boko Haram" (come quelli che rapiscono e stuprano le studentesse)
2019-10-17 09:18:26
almeno "due" son sicuro che "cliccano" senza leggere: "e vorrei davvero raccomandare di erigere muri specialmente nella parte nord della Nigeria dove migliaia di persone vengono uccise, banditi e fuorilegge che invadono il paese e distruggono l'equilibrio di intere comunità». [beati i costruttori di muri]
2019-10-16 12:34:02
E adesso? chi lo dice alla Boldrina?