Hong Kong, la Cina minaccia gli Usa: «Contromisure se decidono sanzioni»

Lunedì 25 Maggio 2020
Hong Kong, la Cina minaccia gli Usa: «Contromisure se decidono sanzioni»
2

Aumentano le tensioni tra Cina e Usa su Hong Kong. La Cina insiste ed è risoluta ad approvare la legge sulla sicurezza nazionale per la Regione amministrativa speciale di Hong Kong. Aprendo la seconda sessione plenaria del Congresso nazionale del popolo, il presidente Li Zhansu ha detto di essere «fiducioso che attraverso lo sforzo congiunto di tutti i delegati, saremo in condizioni di ultimare questo importante compito legislativo». La mossa darà «garanzie più solide per rafforzare la sovranità, la sicurezza e lo sviluppo degli interessi della nazione e per assicurare a Hong Kong la prosperità e la stabilità di lungo termine».

Hong Hong, scontri e proteste contro la legge della Cina sulla sicurezza

Cina, rinuncia a indicare obiettivo crescita 2020

Pechino mette in guardia gli Stati Uniti dalle conseguenze legate a Hong Kong sulle possibili sanzioni contro la legge sulla sicurezza nazionale per l'ex colonia in discussione a Pechino: «Se gli Usa continuano a danneggiare gli interessi della Cina, allora la Cina prenderà le necessarie contromisure», ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian. Parlando in conferenza stampa, Zhao ha anche accusato Washington di voler «colpire la sicurezza nazionale» della Cina.
 

 

Taiwan esprime preoccupazione e supporto verso Hong Kong. «A tutti coloro che stanno attualmente lottando per i valori che ritengono più cari, voglio dire che Taiwan ha sempre dato la massima preoccupazione e supporto», ha scritto su Twitter la presidente Tsai Ing-wen. «Il nostro governo sta monitorando da vicino gli sviluppi e rispondendo con cautela per garantire in pieno sicurezza e interessi nazionali». Migliaia di manifestanti si sono scontrati ieri con la polizia nell'ex colonia a causa della legge sulla sicurezza nazionale in discussione a Pechino.

 

Ultimo aggiornamento: 13:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA