Eruzione Canarie, quasi mille edifici distrutti dalla lava. ​Sepolti 400 ettari e sottratti al mare quasi 30

Lunedì 4 Ottobre 2021
Eruzione Canarie, quasi mille edifici distrutti dalla lava. Sepolti 400 ettari e sottratti al al mare quasi 30

Sono quasi mille gli edifici distrutti dalla lava dell'eruzione del vulcano Cumbre Vieja a La Palma (Canarie). In totale circa 400 gli ettari di terreno sepolti: lo rendono noto il Dipartimento di Sicurezza Nazionale spagnolo e il sistema europeo Copernicus. Si tratta dei dati più aggiornati disponibili, in attesa che la visibilità sulla zona dell'eruzione migliore e permetta nuovi aggiornamenti attraverso le immagini satellitari, ha spiegato Copernicus. La superfice sottratta dalla lava al mare dopo che il flusso di magma ha raggiunto la costa è già di quasi 30 ettari. 

Ieri sera, parte del cono principale del vulcano è crollato, un evento (considerato normale in questo tipo di eruzioni dagli esperti) che ha portato a un aumento considerabile del flusso di lava che fuoriesce dal Cumbre Vieja, hanno spiegato vulcanologi ai media iberici. Dalle prime osservazioni emerge tuttavia che il magma starebbe scorrendo nelle stesse zone delle colate precedenti, per cui per il momento non sono state segnalate nuove aree colpite direttamente. Ieri il premier spagnolo Pedro Sánchez ha annunciato nuovi aiuti di circa 200 milioni di euro per contribuire alla «ricostruzione» di La Palma.

Vulcano Canarie, la lava nel mare: nuovi danni, allerta gas tossici

Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre, 12:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA