Caro prezzi, aumenti record: pasta +62% ed energia + 135%. Una famiglia spende 2500 euro in più l'anno, l'inflazione vola

Dalle auto usate agli elettrodomestici, i costi lievitano. Soprattutto gli alimentari: un pacco di pasta costa il 62% in più

Sabato 17 Settembre 2022 di Marta Giusti
Prezzi e rincari, agosto con aumenti esplosivi: per una famiglia significa spendere 2.500 euro in più
6

Agosto di prezzi pazzi. Ma l'autunno che sta arrivando rischia di essere persino peggiore. Il mese di agosto si è contraddistinto per una raffica di aumenti e rincari molto significativi: l'energia è schizzata a + 135%, la pasta ha registrato un + 62% e i voli intercontinentali costano il 176% in più rispetto a prima. Il Codacons calcola che una famiglia sarà costretta a sborsare 2.500 euro in più per far fronte a tutti gli aumenti  dei prezzi.

L'aumento non riguarda solo il mese di agosto e non riguarda solo noi ma è costante da mesi ed è un fenomeno che sta investendo tutta l'Europa. Vediamo i numeri: in Italia i prezzi al consumo hanno registrato un aumento dell'8,4% su base annua (da +7,9% del mese precedente) e dello 0,8% su base mensile. Per il nostro Paese si tratta di un valore record: non era così dalla fine del 1985. Nell'Eurozona l'aumento è stato del +9,1%. L'inflazione acquisita per il 2022 è pari a +7%. L'inflazione annuale dell'Ue è stata del 10,1% nell'agosto 2022: un anno fa il tasso era del 3,2%. 

Carrello della spesa: in un anno 786 euro in più per mangiare

Il Codacons ha messo insieme tutti i rincari di agosto e ha analizzato l'impatto degli aumenti dei listini per trasporti, alimentari, ristorazione, turismo, comunicazioni. I prezzi del «carrello della spesa» segnano un balzo del 9,6%.

L'incremento più elevato si registra per i biglietti dei voli intercontinentali, le cui tariffe sono cresciute ad agosto del +176% su base annua - spiega l'associazione - L'energia elettrica del mercato libero, invece, ha segnato un aumento mostruoso del +135,9%, mentre fortissime tensioni si registrano nel comparto alimentare, dove ad esempio l'olio di semi è rincarato del 62,2% rispetto ad agosto del 2021, il burro del 33,5% e la pasta del 25,8%. Solo per il cibo - analizza il Codacons - una famiglia di 4 persone si ritrova a spendere oggi 786 euro annui in più a causa dei rincari registrati nel comparto alimentare.

Dagli elettrodomestici alle auto usate

Ma la lista degli aumenti è, purtroppo, particolarmente lunga, e investe ogni aspetto della vita quotidiana dei cittadini. Per acquistare un'automobile usata occorre spendere in media l'11,1% in più; gli elettrodomestici costano il 20,8% in più, mentre macchine fotografiche e videocamere aumentano del 23,8% - denuncia il Codacons - Per una notte in hotel il conto sale del 16,3%, e anche il comparto delle comunicazioni ha ritoccato al rialzo i listini: gli apparecchi per la telefonia fissa salgono del 19,2%, i servizi postali del 6,4%.

Considerati i consumi complessivi di un nucleo familiare «tipo», con una inflazione a questi livelli ogni singola famiglia dovrà mettere in conto una maggiore spesa pari a +2.580 euro su base annua - calcola il Codacons.

Merenda salata: yogurt, frutta e bruschette più cari

Il caro prezzi colpisce anche la merenda con aumenti che vanno dal +8% per la frutta al +10% dei prodotti della panetteria e della pasticceria fino al +12% per lo yogurt ma l'effetto dei rincari energetici si fa sentire anche sulle scelte tradizionali come il classico abbinamento pane (+14%), burro (+34%) e marmellata (+8%) o quello con i salumi (+7%). È quanto emerge dall'analisi della Coldiretti in occasione della giornata nazionale della merenda sui dati Istat sull'inflazione ad agosto rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Il caro energia provocato dalla guerra in Ucraina ha spinto in alto i costi di produzione e - sottolinea la Coldiretti - rischia di cambiare anche le abitudini alimentari dei più piccoli ai quali si consiglia che venga consumata a metà mattina una merenda contenente circa 100 calorie, che corrispondono in pratica a uno yogurt, o a un frutto, o a un succo di frutta senza zuccheri aggiunti. 

Ultimo aggiornamento: 19 Settembre, 11:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci