Elodie, dopo "piccolo uomo" nuove accuse a Salvini: «Non mi piace come la Lega accalappia voti»

Mercoledì 12 Agosto 2020
Elodie, dopo
1
Torna a bruciare la polemica tra Matteo Salvini e la cantante Elodie Di Patrizi. Dopo aver definito il leader della Lega, un "piccolo uomo" per aver attaccato il modo incerto con cui Sergio Sylvestre (altro cantante della scuderia di Amici), aveva interpretato l'inno di Mameli, l'artista torna a pungere: «Quando hai un ruolo politico hai un megafono. E se offendi gratuitamente qualcuno scatenando odio ti assumi una grande responsabilità. Non mi piace come la Lega cerca di accalappiare voti. Vorrei avere dei veri punti di riferimento a rappresentarci», spiega la cantante in un'intervista al Corriere della Sera, in cui spiega la sua visione dell'atuale situazione italiana. Immediata la replica sui social da parte di Matteo Salvini, che sul suo profilo Twitter raccoglie in un'immagine le dichiarazioni di Elodie e commenta: «Non la pensi come lei? Sei ignorante».  L'ultimo scontro si era consumato per via delle frasi di Salvini sul cantante di colore Sergio Sylvestre che prima della finale della partita di Coppa Italia tra Napoli e Juventus si era emozionato mentre cantava l'inno nazionale: "Sbaglia l'inno e saluta col pugno chiuso - si legge nella cornice che accompagna il video dell'esibizione incriminata - Ma dove l'han trovato? Povera Italia!", aveva scritto Salvini.
 
 
Ultimo aggiornamento: 13:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA