L'Elba potrebbe passare in zona bianca insieme ad altre isole minori

Martedì 16 Marzo 2021
L'isola d'Elba potrebbe passare in zona bianca, ma anche altre isole minori

Di bianco le isole hanno già il colore della sabbia, ma ora vogliono anche diventarlo come "zona". E l'Isola d'Elba è tra quelle che potrebbero passare presto in zona bianca. La settimana scorsa era arrivata la proposta in diretta Facebook da parte del presidente della regione Toscana Eugenio Giani. «La Toscana ha una sua zona bianca. Nella giornata di oggi (ndr, 12 marzo) non ci sono contagi nell'Isola d'Elba. La prossima settimana chiederò al governo, se è possibile, come avviene per la Sardegna, di definire anche il nostro arcipelago in zona bianca». La regione presieduta da Christian Solinas è infatti "bianca" dal 1 marzo e lo sarà fino al 6 aprile, dopo che il presidente ha prorogato l'ordinanza.

Video

La situazione dell'isola del Giglio

Per passare in zona bianca il territorio considerato deve avere 50 casi ogni 100mila abitanti e un Rt inferiore a 1. Condizioni rispettate anche da altre isole toscane, come l’isola del Giglio e quelle di tutto l’arcipelago. Che per questo che ora vogliono essere considerate in zona bianca. Il sindaco dell'Isola del Giglio Sergio Ortelli, vicepresidente dell'Associazione Nazionale Comuni Isole Minori, ricorda che è stato fatto così «in altri paesi dell'Ue e che magari, si deve prevedere anche la possibilità per il turista di vaccinarsi in loco durante il suo soggiorno qualora il suo vaccino fosse programmato in quel periodo».

Ragionare sulla singola isola e non per regione

E c'è chi, come l'ex sindaco e vicesindaco di Capoliveri nonché ex presidente della Gestione associata per il turismo dei Comuni elbani Ruggero Barbetti, propone un modo diverso di considerare le zone in Italia. «Nel nostro Paese ci sono 27 isole minori marine abitate e suddivise in sei regioni (inizialmente escluderei da questa iniziativa le isole lagunari e lacustri): Capri, Ischia, Procida per la Campania; Capraia, Isola del Giglio, Gorgona, Isola d’Elba per la Toscana; Ponza e Ventotene per il Lazio; Isole Tremiti per la Puglia; Pantelleria, Lampedusa, Linosa, Favignana, Marettimo, Levanzo, Ustica, Lipari, Vulcano, Stromboli, Panarea, Filicudi, Alicudi, Salina per la Sicilia; Sant’Antioco, San Pietro, Maddalena per la Sardegna. È chiaro quindi che, innanzi tutto, non si può e non si deve parlare di Arcipelago ma di ogni singola isola e, per secondo, che i dati di ogni isola minore devono essere valutati autonomamente dalle altre isole anche dello stesso Arcipelago». È per questo che Barbetti propone che il calcolo sul colore delle regioni «non sia fatto solo a livello di ogni Regione ma anche isola per isola»

Ultimo aggiornamento: 18:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA