L'Italrugby di Brunello a caccia di nuovi primati nel Sei Nazioni Under 20. Si parte venerdì sera contro l'Inghilterra

Giovedì 1 Febbraio 2024 di Ivan Malfatto
Gli Azzurrini durante l'inno del match Italia-Francia Under 20 a Viadana (Foto Fir-Rugby Viadana)

ROVIGO - L’anno scorso il miglior piazzamento in classifica (3° posto) e il maggior numero di punti conquistati (15).

Due anni fa il maggior numero di vittorie in un’edizione del torneo (3). Quale sarà il nuovo traguardo che l’Italia di Massimo Brunello taglierà nel Sei Nazioni Under 20 di rugby?

Inizieremo a scoprirlo domani, venerdì 2 febbraio, alle 20.15 allo stadio di Treviso (diretta su SkySport) dove gli Azzurrini guidati dal 56enne commissario tecnico rodigino, con Mattia Dolcetto assistente dei trequarti, faranno il debutto. Avversaria di turno la corazzata Inghilterra, dieci volte campione del torneo. Un po’ meno corazzata da quando l’Italia l’ha battuta per la prima volta nel Sei Nazioni 2022 (6-0), facendo il bis estivo nelle Summers Series sostitutive del Mondiale (38-31). Vincere sarà come sempre un’impresa, ma è l’obiettivo dichiarato insieme a quello, in caso di sconfitta, di rimanere in partita giocando alla pari e uscendo a testa alta dal campo.

Nella prima formazione annunciata da Brunello ala sinistra c’è Lorenzo Elettri, giocatore veronese della FemiCz Rovigo; estremo il rodigino Mirko Belloni, nipote d’arte di Vitalino, che gioca nel Verona. Entrambi sono classe 2004. Escluso l’altro rossoblù Francesco Bini. Ci sarebbe potuto essere in squadra un altro Bersagliere, l’ala destra Marco Scalabrin, veneziano, permit player federale destinato a Rovigo a cui la società ha rinunciato quando è entrata in contrasto con la Fir.
 

IL COMMENTO DEL CT
«I ragazzi li vedo pronti, abbiamo buone sensazioni in vista del match - commenta Brunello - Sappiamo che sarà durissima, noi abbiamo il nostro solito obiettivo, essere competitivi dal primo all’ultimo minuto, restare sempre dentro la partita, e provare a farla nostra se si presenterà l’occasione. Dovremo essere pronti a reggere lo scontro individuale, a vincerlo fisicamente, tenendo sotto controllo la capacità inglese di muovere la palla nello spazio. Dovremo evitare di commettere errori grossolani, l’anno scorso a Gloucester ci sono costati il match e questo nessuno di noi lo ha dimenticato».
 

I FIGLI D’ARTE
Tra gli avanti solidità e affiatamento garantiti dal trio di prima linea Pisani-Gasperini-Gallorini, già protagonisti sia al Torneo 2023, sia al Mondiale sudafricano di luglio. In seconda centimetri, chili e freschezza nella coppia Redondi-Milano, entrambi nati nel 2005, mentre in terza Capitan Botturi con il numero 8 viene affiancato dai flanker Bellucci e Piero Gritti, quest’ultimo trevigiano doc e figlio d’arte (il papà Andrea fu protagonista da seconda linea sia in maglia Benetton che in maglia Azzurra a cavallo tra gli anni ’90 e i primi 2000).
In mediana tanta curiosità per la prima da titolare di Martino Pucciariello, numero 10 – a sua volta figlio d’arte dell’ex pilone Azzurro Federico (8 caps, due volte Campione in Heineken Cup con gli irlandesi del Munster) – chiamato a prendere in mano la regia della squadra in assenza di Simone Brisighella, ancora fermo ai box per il lungo infortunio. A far coppia con l’italo-argentino il numero 9 Casilio, punto fisso nei meccanismi della squadra dopo l’ottimo 2023 mandato in archivio.
Elettri e Bozzo danno continuità col passato in una linea veloce che per il resto manda in scena per la prima volta il 2005 Zanandrea al centro, Scalabrin all’ala e Mirko Belloni ad estremo.
In panchina cinque avanti, due mediani e un trequarti, confermando che il focus della partita sarà inevitabilmente sui primi otto uomini.
 

LA FORMAZIONE
Il XV: Belloni; Scalarin, Zanandrea, Bozzo, Elettri; Pucciariello, Casilio; Botturi (c.), Bellucci, Gritti; Milano, Redondi; Gallorini, Gasperini, Pisani. A disposizione: Siciliano, Pelliccioli, Ascari, Mirenzi, Zucconi, Jimenez, Imberti,De Villiers. All. Brunello

Prossime gare: 9 febbraio ore 20,15 Irlanda-Italia; 23 febbraio ore 21 Francia-Italia; 8 marzo ore 20,15 Italia-Scozia; 15 marzo ore 20,30 Galles-Italia.

Ultimo aggiornamento: 12:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci