All Blacks "arrabbiati" perchè dovranno restare in quarantena Covid a Natale

Giovedì 24 Settembre 2020 di Ivan Malfatto
Gli All Blacks durante la tradizionale haka
1

WELLINGTON - Il rugby neozelandese è deluso dal fatto che l'imminente programma del Rugby Championship, torneo annuale internazionale con Nuova Zelanda, Australia, Argentina e Sudafrica, costringerà gli All Blacks a perdere il Natale con le loro famiglie nella nuova formula prevista concentrando tutte le squadre e la partite nella "bolla anti Covid" di una sede unica in Australia a novembre e dicembre.  Stile Nba nel basket amaericano.

La competizione - scrive l'agenzia Spr-Adnkronos - prevede che gli All Blacks giochino la loro ultima partita il 12 dicembre, ha detto l'amministratore delegato Mark Robinson. Alla squadra era stato inizialmente detto che la sua ultima partita sarebbe stata il 5 dicembre, consentendo ai giocatori e allo staff di tornare in Nuova Zelanda e intraprendere i 14 giorni di quarantena obbligatori prima di Natale, ha detto sempre Robinson.

Tuttavia la nuova data vedrebbe giocatori e staff in quarantena fino al 27 dicembre, a meno che il governo neozelandese non concedesse alla squadra un'esenzione speciale.

«Comprendiamo le considerazioni commerciali nella programmazione. Tuttavia, il benessere della nostra gente è un fattore incredibilmente importante anche in questo», ha conluso Robinson spiegando che la Nuova Zelanda è ancora impegnata a giocare nella competizione, ma è rimasto deluso dall'annuncio del programma.

La prima partita degli All Blacks sarà un test contro i Wallabies a Brisbane il 7 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA