Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Scontri tra ultras prima di Venezia-Bologna, lancio di petardi e paura fra i turisti della Biennale, un giovane finisce in acqua

Domenica 8 Maggio 2022 di Redazione Web
foto di repertorio

VENEZIA - Scontri tra opposte tifoserie priama del fischio di inizio Venezia-Bologna. Alcuni ultras felsinei e lagunari sono venuti alle mani verso le 14.30 nei pressi dell'ingresso dello stadio  Penzo, lato corderia dell'Arsenale.

Una ventina i giovani ultras "protagonisti"  che nella zuffa hanno poi coinvolto anche dei turisti diretti alla Biennale e pare alcuni avventori di una trattoria.

A far temere il peggio l'esplosione di un petardo. Un supporter bolognese è finito in acqua e tratto in salvo da una imbarcazione di passaggio.

Sul posto sono subito intervenuti agenti della polizia e della Digos.

La gara è poi iniziata regolarmente alle 15 (la  CRONACA CLICCANDO QUI) 
 

La PARTITA

Spettacolo in campo al Penzo: il Venezia alla fine batte 4-3 il Bologna nel match della 36/a giornata ed evita per il momento la retrocessione in Serie B. Per i lagunari a segno Henry al 3', Kiyine al 19' (su respinta da calcio di rigore parato), Aramu ancora su rigore al 78' e Johnsen autore del gol vittoria al 93'. Per gli emiliani inutili le reti di Orsolini al 47' del primo tempo, Arnautovic al 55' e Schouten al 68'.

In classifica i rossoblù restano fermi a quota 43 in tredicesima posizione, mentre gli arancioneroverdi salgono a quota 25 pur restando ultimi.​

Ultimo aggiornamento: 18:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci