Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Maneskin, da Sanremo al palco con Mick Jagger: l'anno d'oro della band di Monteverde

Domenica 7 Novembre 2021 di Leonardo Jattarelli
Maneskin, da Sanremo al palco con Mick Jagger: l'anno d'oro dei ragazzi di Monteverde

I Maneskin ieri sera hanno stregato Las Vegas aprendo il concerto dei Rolling Stones e dando vita a uno show convincente e potente, quando in Italia erano le quattro del mattino. Una performance spavalda, senza alcun timore reverenziale e acclamata dalle migliaia di spettatori in attesa di Mick Jagger & company. «Hello Las Vegas! È un onore essere qui ed avere la possibilità di suonare sul palco della band più grande di sempre», così ha esclamato il frontman del gruppo, Damiano. Poi solo musica. Note vibranti che scaldano immediatamente l’atmosfera dell’Allegiant Stadium e sciolgono il pubblico, anche i più scettici e quelli che i Maneskin non li avevano mai ascoltati. 
Si parte con due brani in italiano, tratti dall’ultimo album Teatro d’Ira: In nome del Padre e Zitti e Buoni, quello con cui hanno vinto l’ultima edizione del festival di Sanremo. Si prosegue con una decina di pezzi eseguiti con grande energia da Damiano, Victoria, Thomas e Ethan, che suonano, cantano e danno spettacolo facendo ballare la folla. 

Pubblico in delirio, poi, alle prime note di Beggin, il brano che li ha resi famosi negli Stati Uniti e grazie al quale hanno già ottenuto il disco di platino in Usa, oltre a un impressionante numero di ascolti su Spotify. E poi l’ultima creazione della band romana, Mamma Mia, applauditissima. E non poteva mancare l’omaggio a colui che è un pò il mentore della band romana, Iggy Pop, con un pezzo iconico del repertorio dei The Stooges, I Wanna Be Your Dog. A chiudere lo show I Wanna Be Your Slave, «la nostra canzone preferita», spiega Damiano poco prima di introdurre sul palco gli Stones che ringraziano. Mick Jagger esulta: «Grazie ragazzi!». 
Sui social è subito un tripudio di complimenti ai ragazzi di Monteverde: «Amazing boys!», «Sono stati grandiosi, fantastici, emanano energia positiva», «Mi piace come combinano rock, funk e R&B». E c’è chi scrive: «Ero venuto per i Rolling Stones, ma ho scoperto di essere qui per il chitarrista dei Maneskin!». 
E intanto loro guardano già alla prossima tappa. A gennaio torneranno negli States per partecipare al iHeart Radio ALTer Ego, un festival di musica alternativa a Los Angeles. Ci saranno i Coldplay, gli Imagine Dragons, i Twenty One Pistols.

Video

Maneskin, da Monteverde a Las Vegas: la storia


Ma qual è la storia della band romana di Monteverde che sta mandando in visibilio il pubblico internazionale?Il gruppo rock romano si è formato nel 2016 ed è composto da Damiano David (voce), Victoria De Angelis (basso), Thomas Raggi (chitarra) ed Ethan Torchio (batteria) ; i Maneskin hanno raggiunto la notorietà in Italia nel 2017 in seguito alla partecipazione all’undicesima edizione di X Factor, grazie alla quale, pur essendosi classificati secondi, hanno firmato un contratto con l’etichetta discografica Sony Music, pubblicando l’EP Chosen nello stesso anno. L’anno seguente è uscito l’album di debutto Il ballo della vita, contenente il singolo Torna a casa, che ha consacrato il gruppo a livello nazionale, permettendo di intraprendere un’estesa tournée tutta soldout. Nel 2021 è stato pubblicato il secondo album Teatro d’ira - Vol. I, contenente il brano Zitti e buoni, che ha permesso alla formazione di trionfare alla 71ª edizione del Festival di Sanremo e alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest. Il successo all’Eurovision ha garantito ai Måneskin di affermarsi sulla scena mondiale, entrando in svariate classifiche. 


Dopo una prima collaborazione tra il cantante Damiano David e la bassista Victoria De Angelis, nel novembre 2015, alcuni anni dopo il loro primo incontro, De Angelis ricontattò David con lo scopo di formare un gruppo; alla formazione si aggiunsero il chitarrista Thomas Raggi, amico di De Angelis dalle scuole medie musicali, e il batterista Ethan Torchio, aggregatosi tramite un annuncio pubblicato su un gruppo Facebook dalla stessa De Angelis. Nel 2016 il gruppo prende parte al Pulse - High School Band Contest, vincendolo, e per la prima volta utilizza il nome Måneskin, una parola danese (traducibile in italiano come chiaro di luna), lingua d’origine di De Angelis da parte di madre. Nello stesso anno esordiscono con il primo concerto ufficiale a Faenza, in occasione della loro partecipazione al Meeting delle etichette indipendenti. 

Nel 2017 prendono parte all’undicesima edizione del talent show X Factor e, dopo aver superato le fasi iniziali del programma con grande successo, si classificano al secondo posto, sotto la guida del mentore Manuel Agnelli. In concomitanza con il talent esce Chosen, EP prodotto da Lucio Fabbri, certificato doppio disco di platino dalla FIMI e contenente l’omonimo singolo, che riceverà medesima certificazione.
Il 23 marzo del 2018 esce il loro secondo singolo, Morirò da re, il primo in italiano, certificato triplo disco di platino. Il 12 giugno partecipano alla seconda serata dei Wind Music Awards, dove ricevono il premio CD Platino per l’album Chosen e il premio Singolo Platino per il brano omonimo e il 16 giugno partecipano alla settima edizione di Radio Italia Live - Il concerto, per poi esibirsi al Summer Festival 2018.

Video


Il 25 ottobre sono ospiti del primo live di X Factor e il giorno seguente viene pubblicato il primo album in studio del gruppo, Il ballo della vita. Per presentare il disco, in alcuni cinema italiani il 24 ottobre viene proiettato il documentario This Is Måneskin e ill 18 gennaio 2019 è la volta del terzo estratto dall’album, Fear for Nobody, seguito l’11 aprile da L’altra dimensione, che diventa la loro quarta top ten nella Top Singoli della FIMI. In seguito, i Maneskin continuano la tournée europea che si conclude l’11 settembre seguente. Due giorni dopo viene pubblicato il video di Le parole lontane, ultimo estratto dall’album che si posiziona subito nelle tendenze di YouTube Italia. Sarà la stessa band ad identificare il brano come uno dei più vicini al loro progetto e a cui sono maggiormente legati. Il 31 ottobre 2019 sono ospiti a X Factor Italia, mentre il 28 novembre 2019 si esibiscono al The Dome di Londra. Infine la nottata di Las Vegas che apre al gruppo orizzonti insperati e li porta sul podio come una delle band più famose di sempre. 

Ultimo aggiornamento: 13:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA