Stabilità Fvg: Zilli, ulteriori 24 milioni da emendamenti di Giunta

Giovedì 24 Novembre 2022
Tra le misure 5 milioni ai Comuni per facilitare esecutività Pnrr Trieste, 24 nov - Apporteranno 24 milioni di euro in più alla manovra di Stabilità regionale gli emendamenti approvati oggi dalla Giunta regionale. "Si tratta - come ha spiegato l'assessore alle Finanze Barbara Zilli - di risorse e di misure con le quali vogliamo garantire la prosecuzione omogenea e complessiva dell'attività in tutti i settori fondamentali per la vita della comunità del Friuli Venezia Giulia". Dei 24 milioni, 9,5 vanno alle infrastrutture, 9,2 dei quali in delegazione amministrativa a Fvg Strade per la sistemazione della viabilità della strada regionale 56 di Buttrio (2,2 mln) e per la progettazione e realizzazione degli interventi sulla strada regionale 14 di Fiume Veneto (7 mln). "Significativo - ha rilevato Zilli - un accordo con la Polizia di Stato per la sicurezza sulle strade, tema fondamentale, per un impegno di 150mila euro". Tra gli altri emendamenti di rilievo alla Finanziaria spiccano i 3,5 milioni per l'area della caserma Osoppo di Udine destinata ad adibire uffici della Regione, 3,7 milioni per l'ambiente e 5 milioni assegnati ai Comuni con meno di 15mila abitanti che - ha spiegato Zilli - "si trovino in difficoltà di cassa ad affrontare le grandi sfide progettuali ed esecutive del Piano nazionale di ripresa e resilienza. L'iniziativa si innesta nel lavoro di raccordo con il sistema degli Enti locali che abbiamo messo in campo con la cabina di regia regionale insieme ad Anci per essere propulsori del Pnrr su scala regionale nonostante le difficoltà legate al piano nazionale". Ai grandi eventi sono destinati 1,3 milioni cui si aggiunge 1 milione per i giochi Eyof. L'assessore Zilli ha evidenziato l'importanza di altri tre provvedimenti: l'ampliamento dei beneficiari della Dote Famiglia "che viene assicurata anche agli studenti del ciclo secondario di primo grado, oltre che del secondo grado"; l'allargamento della platea dei destinatari del bonus energia in campo cultura e sport "che saranno assegnati non solo ai proprietari ma anche ai gestori delle strutture e degli impianti"; contributi per favorire la realizzazione di impianti di micro-irrigazione delle colture "in modo da contrastare la siccità che tanti problemi ha arrecato nella scorsa estate alle nostre colture". Tra le altre misure sono di rilievo gli ulteriori contributi a Porto Nogaro e agli interporti di Fernetti, Gorizia e Pordenone; risorse ai Comuni per fare fronte al minor gettito immobiliare dovuto all'istituzione della nuova imposta immobiliare regionale Ilia; la disciplina finalizzata all'utilizzo dei fondi per la promozione delle start-up delle scienze della vita; la revisione del sistema di monitoraggio delle rette delle case di riposo e la proroga della norma sulla sospensione all'autorizzazione di nuove strutture per non autosufficienti a tutto il 2023, nelle more del processo di accreditamento e di ridefinizione del fabbisogno. ARC/PPH/al
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci