Covid in Toscana, studenti denunciano: «Bus troppo affollati, distanziamento impossibile». E scioperano

Lunedì 5 Ottobre 2020
Covid in Toscana, studenti denunciano: «Bus troppo affollati, distanziamento impossibile». E scioperano

Denuncia di alcuni ragazzi: autobus troppo affollati con conseguenti gravi rischi di contagio di Covid. È l'accusa di un gruppo di studenti di quattro istituti scolastici del Valdarno (tre in provincia di Arezzo e uno in provincia di Firenze), che per protesta hanno indetto uno sciopero per questa mattina. Gli studenti, riporta il quotidiano online Arezzo24.net, puntano l'indice, in particolare, sul distanziamento pressoché inesistente sui pullman dove i posti, talvolta, non sono sufficienti e su altre criticità tipo all'entrata e all'uscita della scuola dove, giornalmente, l'assembramento è inevitabile per il numero di studenti che, contemporaneamente, si ritrovano all'ingresso dell'istituto specifico.

Covid, esperto: «Impennata casi non è transitoria. Non torneremo indietro, due scenari possibili»

Roma, controlli movida: un locale chiuso a Trastevere e altri 13 diffidati per violazione misure anti-covid

Covid, contagi in mille scuole (e l'11% sono insegnanti). Così riparte la didattica online

«Noi studentesse e studenti - fanno presente gli organizzatori dello sciopero - chiediamo che siano ridiscusse tali norme da chi di dovere, e che soprattutto ci venga finalmente permesso di frequentare la scuola senza doverci sentire a disagio dato che, nelle condizioni attuali, non è permesso a noi studenti di sentirci al sicuro frequentando l'ambiente scolastico».
 

 

Ultimo aggiornamento: 10:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA