Super raffreddore, allarme dall'Inghilterra: sintomi come il Covid, il vaccino anti-influenzale non lo ferma

I sintomi: forti mal di testa, tosse e starnuti

Sabato 13 Novembre 2021 di Lorena Loiacono
Super raffreddore, allarme inglese. «Nemmeno il vaccino anti-influenzale lo combatte»

Un raffreddore che fa scoppiare il mal di testa, il Covid o una tradizionale influenza? In queste settimane di primi freddi e maltempo arrivano i sintomi dell'influenza e, mai come quest'anno, è difficile ma molto importate saperli decifrare. Nel Regno Unito lo hanno già ribattezzato “super raffreddore”, indicandolo addirittura come il raffreddore più brutto di sempre, e sta mettendo al tappeto migliaia di persone: contro il super raffreddore non c'è niente da fare, visto che non lo ferma neanche il vaccino anti-influenzale a cui milioni di persone stanno ricorrendo, come ogni anno, per evitare il male di stagione.

Vaccino ai bimbi 5-11 anni. Vaia (Spallanzani): «Solo ai fragili». L'Oms conferma: «Non ha senso»

Super raffreddore, cosa è

 

Il raffreddore infatti, come tutti i sintomi para influenzali, non presenta gli stessi virus dell'influenza e non è coperto dal vaccino influenzale. In poche parole: arriva e fa il suo corso. Con un'unica consolazione: non è Covid. Ma proprio il Covid può aver reso tanto forte l'impatto di questi sintomi: lo scorso anno infatti il corpo umano non è venuto in contatto con i virus tradizionali, protetto da mascherine e contatti sociali azzerati, e quindi ora li subisce maggiormente. Quello che sta accadendo in Inghilterra e in Scozia va osservato perché, si presume, potrebbe arrivare anche in Italia dove, con minore intensità, sta già accadendo. Nel Regno Unito le scuole hanno riaperto ad agosto, le restrizioni sono ridotte e le temperature hanno iniziato a scendere prima rispetto ai Paesi come l'Italia.

Covid e cellule T, ecco perché alcune persone non si infettano nonostante l'esposizione all'infezione

SINTOMI  Secondo il SSN, i sintomi del raffreddore più comuni compaiono gradualmente e includono: naso chiuso o che cola, mal di gola, mal di testa, dolori muscolari, tosse e starnuti, qualche linea di febbre, perdita del gusto e congestione di naso e orecchie. Durano una o due settimane, nei bambini. Va da sé che possono essere confusi con il Covid o una tradizionale influenza. 

Covid, boom di casi di influenza. Gli esperti: «Vaccino fondamentale, fatelo insieme alla terza dose»

Covid e influenza, come distinguere i sintomi: quanti e quali sono (la perdita d'olfatto sta sparendo)

COVID I sintomi del coronavirus infatti continuano ad essere: febbre alta o febbre, perdita improvvisa o cambiamento del senso del gusto o dell'olfatto e una forte tosse continua. Il Covid è caratterizzato da questi tre sintomi che si presentano da due a cinque giorni dopo aver contratto il virus. E' sempre meglio effettuare il tampone e chiedere consiglio al proprio medico.

 

Ultimo aggiornamento: 14 Novembre, 17:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA