Anna Valle a Verissimo: «Ho subito un furto d'identità sui social»

Sabato 6 Febbraio 2021 di Eva Carducci
Anna Valle a Verissimo: «Ho subito un furto d'identità sui social»

«Cerco di vedere il bicchiere mezzo pieno, contornata d'amore, quello dei miei figli e di mio marito, con la nostalgia dei miei genitori che non posso vedere perché viviamo in due città diverse. Ho ricominciato a lavorare, seguendo tutti i protocolli di sicurezza» racconta così Anna Valle in studio a Verissimo la sua vita. 

Stasera in tv, C'è posta per te: emozioni e sorprese con Claudio Amendola e Ciro Immobile

«I miei genitori mi hanno insegnato molto, l'essere presente e parlare con i propri figli ad esempio per me è fondamentale, anche se è stato molto difficile quando ero piccola superare la separazione dei miei. Con i miei figli, grazie all'insegnamento dei miei genitori, sono riuscita a costruire un rapporto quotidiano, un raccontarsi e confrontarsi sui temi quotidiani. Il rapporto con i figli non nasce improvvisamente, va costruito. Mia mamma aveva un negozio ed è stato proprio lì che ho iniziato la strada verso Miss Italia, un amico di famiglia che era un agente del concorso, che ha chiesto a mia mamma se volevo partecipare alle selezioni. Il primo anno ero timida, e non me la sentivo, al terzo anno ho detto si, evidentemente era l'anno giusto» concorso vinto dalla Valle nel 1995: «Una vittoria che mi ha stravolto la vita, non me lo aspettavo, non sapevo cosa avrei fatto da grande, quando ho vinto il concorso ho incontrato anche delle bellissime persone, che sono diventate parte della mia vita, che sento ancora oggi. A Miss Italia ho capito quale sarebbe stata la mia strada, sapevo che la mia strada era nascosta in quel groviglio lì».

Antonella Elia a Verissimo: «Ho avuto un tumore al seno, ecco come l'ho scoperto»

Un nome difficile da portare, ma lui lo porta benissimo: «Mio marito è nella mia vita da quattordici anni, Ulisse. Non sono una mamma severa ma Ginevra mi dice sempre che sono come Biancaneve o la strega della favola. Prendo però parte dell'anno per stare con i miei figli, cerco di fare le cose che mi piacciono e non una di seguito all'altra. Per sei mesi ad esempio torni solo nei weekend, o posso raggiungermi quando non hanno scuola, ma è complicato se prendessi due lavori da venti settimane l'uno, diventerebbe complicato la gestione familiare. Loro ci sono abituati, e si organizzano, la prendono bene perché ci sono nati». 

Anna Valle racconta poi del furto d'identità subito, quando una persona si è spacciata per lei condividendo informazioni non veritiere: «Non ho niente contro i social, sono uno strumento importantissimo, in particolar modo in questo momento difficile. Non ho nessun profilo perché è una cosa che non mi appartiene. Non entro a casa per postare qualcosa del quotidiano, non mi verrebbe spontaneo, diventerebbe un altro mestiere».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA