Occupazione, domanda in crescita

Mercoledì 14 Agosto 2019
UDINE
Oltre 100 possibilità di impiego vengono segnalate, ad agosto, in Friuli Venezia Giulia. Nello specifico, si cercano operai al tornio tradizionale, impiegati addetti alla programmazione della produzione, manutentori meccanici, impiegati junior data entry, ispettori di saldatura, periti meccatronici e addetti ai trattamenti termici. Sono le opportunità segnalate da Etjca - Agenzia del lavoro, attiva in Italia dal 1999 e uno dei maggiori soggetti nel settore, con contratti in somministrazione e inserimento diretto in azienda. Settanta delle cento posizioni sono ricercate dalla sede di Udine e, tra i profili richiesti, emergono disegnatori industriali, elettricisti, autisti con patente C e mezzi per eccezionali, carpentieri lettura disegno per importanti realtà nel settore industriale, operatori socio-sanitari per il servizio domiciliare e diverse figure junior da inserire come elettricisti industriali, impiegati, operai edili per impianti, periti tecnici industriali, addetti vendita autoricambi e verniciatori metallo. A Pordenone, invece, la ricerca più significativa riguarda diplomati a indirizzo tecnico, per svolgere sia mansioni impiegatizie che mansioni produttive. Si valutano profili in possesso di diploma a indirizzo meccanico, elettrico, o termoidraulico. Si tratta, naturalmente, di un elenco di possibilità in continuo aggiornamento, facilmente consultabile via Internet e, per quanto riguarda i profili richiesti, in linea con le esigenze del mondo economico evidenziate dal rapporto Excelsior di Unioncamere e Anpal per il mese di agosto e anche per settembre e ottobre. In Italia, e in maniera più contenuta anche a Nordest, per la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno, le previsioni danno un'offerta di occupazione in crescita e, ulteriore elemento interessante, con «un'elevata incidenza di giovani ricercati dalle aziende». Nel mese d'agosto, per esempio, su 250mila posizioni libere in Italia, il 30% è rivolto a giovani under 30, ricercati in particolare nella filiera turistica. Se l'offerta di lavoro è tendenzialmente in crescita, aumenta anche la percentuale di difficoltà a reperire le professionalità richieste: l'indagine camerale indica una media del 30% di difficoltà ad agosto 2019, rispetto al 24% dello stesso mese dell'anno scorso. Ma quali sono le figure più ricercate e con meno specialisti a disposizione? Analizzando le richieste delle aziende, Excelsior mette in fila le figure tecnico informatiche, perché si lamenta una difficoltà di reperimento nel 50% dei casi; gli artigiani e operai della filiera alimentare (51% di figure di difficile reperimento) e operatori del settore wellness. Unioncamere e Anpal danno uno 2scenario positivo per l'incremento dell'occupazione anche per settembre e ottobre. In generale, nell'industria, trainano la domanda la metallurgia e la meccatronica; nel terziario i servizi alla persona e quelli in ambito turistico, nei trasporti e logistica e nei servizi avanzati a supporto delle imprese.
Antonella Lanfrit
© riproduzione riservata
© RIPRODUZIONE RISERVATA