Mercoledì 14 Febbraio 2018, 00:00

Investì e uccise Scarponi, si lascia morire per il dolore

LA STORIAROMA È morto tre giorni fa, ma la sua vita è finita il 22 aprile scorso, quando alla guida di un furgone ha investito un ciclista. Quando è sceso per soccorrerlo ha visto la maglia da corridore dell'Astana, ha capito che era il campione Michele Scarponi. Senza vita. Da quel giorno sono trascorsi dieci mesi, ma per Giuseppe Giacconi, 58 anni, piastrellista, sposato, una figlia, il percorso era ormai definito. Il senso di colpa lo ha seguito, non lo ha lasciato più solo. Tre mesi fa ha scoperto di avere un tumore.EPILOGO«Si è...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Investì e uccise Scarponi, si lascia morire per il dolore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER