Coppia di gestori con 4 husky "prigioniera" della neve al Rifugio Valbona: «Stiamo finendo le scorte di legna»

Lunedì 25 Gennaio 2021 di Redazione online
Coppia di gestori con 4 husky "prigioniera" della neve al Rifugio Valbona: «Stiamo finendo le scorte di legna»

ARSIERO  (Vi) - Da oltre una settimana il rifugio Valbona, in quota (1720 mt) sopra  Arsiero, è isolato, per una copiosa nevicata con deposito di oltre 2  metri d’altezza.

I gestori, Mattia Baldo, 44 anni, e la compagna Nadine Pajusco, vivono all’interno quasi sommersi dalla coltre bianca che supera il livello delle finestre. A far loro compagnia sono 4 magnifici cani husky, che quando escono all’esterno sembrano trovarsi nel loro ambiente preferito. Così, però, non è per Mattia e Nadine, che stanno vivendo un’avventura inattesa. 

Il rifugio si trova a 15 chilometri di strada di montagna da Tonezza del Cimone. Più vicina è invece Folgaria, poco dopo Passo Coe, però è in Trentino. La provincia autonoma di Trento ha aperto la strada fermandosi al confine con il Veneto, con l’uso di spazzaneve e turbine che hanno costantemente tenuto sgombero il percorso, arrivando a 2.700 metri dal rifugio. Non è riuscita invece la Provincia di Vicenza: «Ho contattato le autorità  - spiega  Baldo - ma mi è stato risposto che per loro è impossibile riaprire la strada, perché temono la caduta di slavine e valanghe. Il problema per sono le scorte di legna per scaldarci che stanno per finire».  

La nevicata nello Zoldano

Ultimo aggiornamento: 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA