In fiera a Verona l'energia alternativa delle biomasse

Giovedì 5 Maggio 2022 di Massimo Rossignati
In fiera a Verona l'energia alternativa delle biomasse

VERONA - «Questa è la fiera dell'energia alternativa al gas, che per il nostro Paese vuol dire gas russo». È con queste parole che a VeronaFiere, il presidente della Regione, Luca Zaia, ha inaugurato Progetto Fuoco, la manifestazione internazionale punto di riferimento per il settore del riscaldamento a biomassa (stufe, caminetti, caldaie, barbecue e cucine a legna e pellet) che proseguirà fino al 7 maggio. «Il nostro gas arriva per il 38% dalla Russia, e se fino a qualche anno fa a Progetto Fuoco si veniva alla ricerca della stufa di design per abbellire la casa, oggi qui si cerca l'alternativa al gas - ha ricordato il governatore del Veneto -. Ma non solo, a Progetto Fuoco troviamo una delle rinnovabili di cui più dispone l'Italia, la legna. Ma come le altre dobbiamo sfruttarle, perché spesso chi auspica le rinnovabili è poi anche chi crea Comitati per non tagliare boschi, non mettere pale eoliche, non installare pannelli fotovoltaici, non sbarrare i fiumi per l'idroelettrico. Oggi, però, l'Ucraina ci sta insegnando che la ricreazione è finita. E allora dobbiamo rivedere il Piano nazionale di ripresa e resilienza, il Pnrr, perché tra scegliete di abbellire un borgo e far in modo che i cittadini vi rimangano ad abitare, scelgo quest'ultima opportunità, ma per restare, dobbiamo permettergli di avere l'energia per riscaldarsi e per vivere. Quindi, va rivisto il Pnrr per dare un sostegno a chi si mette in casa una stufa a biomassa, o a chi ne sostituisce una vecchia».
Progetto Fuoco ritorna dopo l'edizione ridotta del 2020 causa Covid, con ben 800 espositori, di cui il 40% stranieri, 60mila visitatori previsti, oltre 3500 tra caminetti e stufe espositi, molti funzionanti. «In un periodo in cui si parla di sostenibilità e di autonomia energetica, qui si può trovare un'alternativa al caro-bollette - ha detto Raul Barbieri, direttore di Piemmeti, società controllata da VeronaFiere che da oltre 20 anni organizza la rassegna -. Questa è un'edizione speciale, che ritorna dopo 28 mesi, con un settore in salute ed in forte crescita, con le imprese italiane, e molte venete, che sono tra i leader del comparto. E dobbiamo sfruttare il momento, visto che la gente si è accorta di noi: sono triplicate su Google le ricerche di stufe a pellet o a legna come alternativa al gas».


TANTE NOVITÀ
In fiera tante le novità, dai caminetti più di design, come quello che davanti ha un televisore che si può far scorrere in alto aprendo così sotto la vista del fuoco contenuto da un vetro; alle nuove caldaie a legna e/o pallet in grado di gestire tutto l'impianti di riscaldamento e di acqua calda della casa; ai barbecue a pellet; alla proposta di Prix x lo stand ideato dal Distretto del mobile Lignum di Verona e Padova dove in 13 allestimenti d'arredamento ideati dalle aziende del Distretto sono accolte le proposte di stufe, caldaie e caminetti che hanno vinto il premio di design quest'anno assegnato sia sulla base dei voti dei lettori del blog che di una giuria specializzata di architetti.
 

Ultimo aggiornamento: 16:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci