Il mondo dell'architettura piange
la scomparsa di Gigetta Tamaro

Lunedì 4 Aprile 2016 di E.B.
Gigetta Tamaro
1

TRIESTE -  Il mondo dell'architettura piange la scomparsa di Gigetta Tamaro: l'architetto di fama nazionale si è spenta questa mattina, all'età di 85 anni, nella propria abitazione dopo una lunga malattia. Assieme al marito Luciano Semerani ha condotto uno degli studi di architettura più prestigiosi a livello nazionale. Tamaro si era laureata  all'Università di Venezia nel 1958. Suoi i progetti (assieme al marito) delle Torri dell'Ospedale di Cattinara, del Padiglione chirurgico e del Pronto soccorso dell'Ospedale Santi Giovanni e Paolo di Venezia.

Firmato da lei, insieme agli architetti Paolo Zelco e Mirna Drabeni, anche il progetto per portare l'acqua del canale diPonterosso fino alla chiesa di Sant'Antonio Nuovo, che ha vinto il concorso comunale ma non è stato ancora realizzato. Nel 2014, l'architetto ricevette il Premio di vetro - Elca Ruzzier «per la valorizzazione della donna e in particolare delle donne triestine distintesi nel mondo del lavoro, della cultura, delle arti, delle scienze e dello sport e per aver portato il nome della città nel mondo».



 

Ultimo aggiornamento: 16:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA