Protesta dei migranti a Jesolo: «Siamo negativi al tampone, vogliamo uscire»

Giovedì 30 Luglio 2020 di Giuseppe Babbo
Jesolo, la protesta dei migranti alla Croce rossa
17

JESOLO Una ventina di migranti ospiti della Croce rossa a Jesolo ha dato vita a una protesta questa mattina, giovedì 30 luglio 2020, chiedendo di poter uscire dal campo della Croce rossa dove sono ospitati. Il campo è lo stesso nel quale, a metà luglio, erano stati trovati positivi al coronavirus 42 migranti (tutti trasferiti a Cavarzere) e un operatore della Croce rossa. La ventina di migranti che ha protestato questa mattina fa parte del gruppo di 85 migranti risultati negativi ai tamponi di controllo e quindi messi in isolamento fiduciario soltanto per essere venuti a contatto con dei malati Covid. A dare il via alla protesta di questa mattina, 30 luglio, l'esito negativo al terzo giro di tampone che ha così certificato la loro negatività al Covid-19. Letto l'esito, i migrhanti hanno chiesto di poter tornare a uscire dalla struttura ma la loro richiesta è stata stoppata dall'assenza di un certiuficato dell'Ulss 4 Veneto Orientale che non sarebbe ancora arrivato. Dopo alcuni minuti in cui hanno gridato il loro disappunto, i migranti hanno esposto un lenzuolo sul lato fronte mare del campo della Croce rossa, in cui hanno ribadito di non essere positivi al virus.

 

Ultimo aggiornamento: 13:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento